Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Picchiato e bruciato un clochard: tre persone fermate dalla Polizia di Stato

Le indagini scattate dopo il ritrovamento shock di lunedì mattina alla stazione di Villafranca di Verona, hanno portato Squadra Mobile e Polfer a sospettare di tre individui, per i quali si attende la convalida del provvedimento

 

Intorno alla mezzanotte tra martedì e mercoledì, tre persone sono state fermate dagli uomini della Questura di Verona in quanto sospettate dell'aggressione ai danni di Vasile Todirean, il clochard di 42 anni che lunedì mattina è stato trovato riverso a terra alla stazione di Villafranca, tumefatto ed ustionato. 
La collaborazione tra la Squadra Mobile e al Polfer scaligere, come raccontato in conferenza stampa dalle forze dell'ordine, ha portato gli investigatori a bloccare due cittadini italiani ed uno romeno, due dei quali senza fissa dimora mentre uno risulta domiciliato nel Villafranchese. 

Gli elementi emersi in queste ore dunque hanno portato gli inquirenti ad escludere la pista dell'accidentalità e a sospettare del trio che, stando a quanto riferito, conosceva in precedenza la vittima e che sarebbe stato fermato nella zona dell'aggressione. Le indagini, coordinate dal pubblico ministero Elvira Vitulli, hanno riguardato quell'ambiente fatto di problematiche di inserimento sociale di cui faceva parte lo stesso Vasile. 
Le immagini delle telecamere, alcune testimonianze e le celle telefoniche, avrebbero poi guidato le forze dell'ordine verso i tre individui, che sono stati sottoposti ad interrogatorio dagli inquirenti. Nelle ore scorse il magistrato aveva aperto un fascilo contro ignoti per tentato omicidio e ora si attende la convalida del fermo del trio: le indagini vanno avanti, anche se per il momento è stata esclusa la partecipazione di altri individui, per chiarire tutti gli aspetti della vicenda, sulla quale non sono stati forniti dettagli in quanto su di essa vige il segreto istruttorio. 

ll 42enne nel frattempo è sempre ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di borgo Trento, in Rianimazione, con fratture facciali e craniche, oltre a ustioni di II° e III° grado sugli arti inferiori. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento