Schiamazzi e ubriachezza molesta: turisti sanzionati, due casi in una notte

L'elenco di casi come questi è molto lungo, specie d'estate quando il basso lago di Garda si riempie di turisti da ogni parte del mondo, con la presenza di molti giovani, tra i quali qualcuno particolarmente maleducato

Episodi di questo tipo si ripetono con grande frequenza durante le serate estive, ma a Lazise pare quasi che l'ubriachezza molesta sia diventata una modo. O almeno così sembra stando a quanto riferisce anche l'Arena che parla di ben due casi a distanza di poche ore l'uno dall'altro. Il basso lago è spesso frequentato da turisti giovani e tra questi non mancano evidentemente anche maleducati e vandali.

L'ultimo fatto da registrare è quello che riguarda un gruppetto di turisti tedeschi, da poco avevano compiuto la maggiore età, i quali lungo la regionale 249 altrimenti nota come Gardesana orientale, durante la notte di sabato 22 agosto verso le ore 2.30, hanno danneggiato e reso inutilizzabile un cartello stradale. L'indicazione manomessa era all'altezza del Camping La Quercia, e il gruppetto in evidente stato di ebbrezza si stava divertendo nel piegarlo senza alcuno scopo particolare. Gli schiamazzi molesti hanno naturalmente attratto l'attenzione di una pattuglia che vigilava sulla zona, a i tre turisti tedeschi è stata contestat l' "ubriachezza molesta in luogo pubblico" venendo peraltro colti in piena flagranza di reato. Il giorno successivo i tre ragazzi si sono dovuti presentare in caserma, venendo denunciati alla Procura e con il reato commesso depenalizzato a fronte di una sanzione amministrativa pari a 103 euro a testa.

Sempre la stessa notte inoltre sono stati fermati dai Carabinieri, nel bel mezzo del centro storico di Lazise, ancora dei ragazzi vent'enni, anche in questo caso tedeschi e sempre in stato di evidente alterazione alcolica, intenti a disturbare la quiete pubblica durante le ore notturne. In questo caso è stata sanzionata esclusivamente l'ubriachezza molesta, non essendo stato riscontrato alcun atto vandalico o altre illegalità. Si è trattato di due episodi che nell'arco di una nottata si sono succeduti a distanza di poco, non è un caso dunque che quest'estate siano state davvero numerose le segnalazioni in questo senso da parte anche di cittadini o commercianti, con le forze dell'ordine costrette ad intensificare i controlli per garantire la sicurezza e la tranquillità di tutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Nasce il nuovo polo logistico del Gruppo Veronesi: 200 i lavoratori impiegati

  • "Strage di Santa Lucia" a Sommacampagna: il disastro aereo in località Poiane

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento