Le 10 regole da tenere sempre a mente alla vigilia del via ai saldi invernali

Le ha elencate l'associazione dei consumatori Adiconsum che ne sottolinea due: fare attenzione agli sconti troppo altri e diffidare degli importi scritti col pennarello senza indicazione del prezzo originale

In Veneto i saldi invernali 2018 iniziano domani, 5 gennaio e per approfittarne l'associazione dei consumatori Adiconsum ricorda a tutti alcuni preziosi consigli e due regole fondamentali: fare attenzione ai saldi con percentuali di sconto troppo elevate e diffidare degli importi scritti col pennarello senza indicazione del prezzo originale. Inoltre, se il commerciante si rifiuta di cambiare un articolo difettoso in saldo o non vuole restituire i soldi, il consiglio di segnalare il caso sul sito www.adiconsumverona.it.

Anche in occasione di questi saldi, Adiconsum Verona ha stilato un decalogo da tenere sempre a mente:

  1.  Sull'oggetto in saldo deve essere sempre riportato il prezzo d'origine non scontato, la percentuale di sconto applicata e il prezzo finale.
  2. È meglio diffidare di quei negozi che espongono cartelli con sconti esagerati e rivolgersi agli esercenti di fiducia. Sconti superiori al 50% nascondono spesso spiacevoli sorprese.
  3. Attenzione alla presenza di merce venduta a prezzo pieno insieme alla merce in sconto.
  4. È consigliabile confrontate i prezzi con quelli di altri negozi, magari annotando il costo di un capo o della merce a cui si è interessati per poi acquistarlo in saldo.
  5. È bene verificare che il prodotto offerto in vetrina sia lo stesso che viene presentato in negozio.
  6. Nel periodo dei saldi i negozianti devono accettare i pagamenti con bancomat o carte di credito a norma di legge. Non sono ammesse deroghe.
  7. Diffidate dei capi di abbigliamento che possono essere solo guardati e non provati, anche se è a discrezione del commerciante consentire o meno di fare indossare la merce.
  8. Chi vuol fare regali faccia attenzione perché si può cambiare solo ed esclusivamente la merce difettosa, il cui difetto deve essere denunciato al commerciante entro 2 mesi dalla scoperta. Non si può dunque sostituire la merce se si cambia idea sul colore o sul modello.
  9. È bene conservare sempre lo scontrino per poter eventualmente cambiare la merce difettosa e contestare l'acquisto.
  10. Il periodo dei saldi non sospende la normativa di legge in vigore a tutela dei consumatori sulla garanzia dei beni di consumo. Il consumatore ha diritto alla riparazione o alla sostituzione, alla riduzione del prezzo o alla risoluzione del contratto con la riconsegna del bene e la restituzione di quanto pagato. La garanzia di conformità è una garanzia legale con durata biennale.

Potrebbe interessarti

  • Capelli verdi dopo il bagno in piscina? Ecco le cause e i rimedi fai da te

  • Mercato immobiliare sul Lago di Garda: Peschiera al primo posto

  • "Benvenuto": il nuovo vademecum su come affrontare i primi due anni del bebè

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 16 al 18 agosto 2019

  • Turismo a Verona, Tosi: «In calo. L'assessore Briani ammetta le sue colpe»

  • Maestre diplomate ma non laureate, a Verona centinaia rischiano il posto

  • Due persone investite da due diversi treni sulla linea Verona - Brescia

  • Donna fermata mentre va al lavoro da un giovane che le mostra i genitali

  • Prima il boicottaggio, poi la manifestazione contro Polunin in Arena

Torna su
VeronaSera è in caricamento