Rumori sospetti dalla casa dei vicini: chiamano i carabinieri e fermano il ladro

Il proprietario dell'abitazione era in ospedale, così quando hanno udito qualcosa di strano provenire dall'altra parte del muro, hanno notato anche la finestra rotta ed è partita la segnalazione alle forze dell'ordine

Erano circa le 1 della notte tra domenica e lunedì quando i carabinieri del Nucleo Radiomobile di San Bonifacio, sono intervenuti in un appartamento di via Marezzane di Sotto, nel comune di Arcole, per un furto in atto in abitazione. 
Mentre il proprietario della casa era assente poiché ricoverato in ospedale a seguito di un sinistro stradale, alcuni vicini della vittima, dopo essersi accorti dei rumori sospetti provenienti dall’appartamento ed avendo notato una finestra aperta e danneggiata, hanno allertato i militari. In attesa dell'arrivo delle forze dell'ordine inoltre, i residenti si sono recati nell'abitazione dove si stava consumando il furto, riuscendo a fermare il malvivente. 
Si trattava di V.R., 38enne, nomade, senza fissa dimora, pluriplegiudicato, già noto per reati contro il patrimonio, che è stato trovato in possesso della refurtiva costituita da alcune monete antiche ed altri soprammobili, oltre che da un cacciavite utilizzato per l’effrazione alla finestra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arrestato per tentato furto in abitazione, dopo le formalità di rito il 38enne è stato portato davanti al giudice del Tribunale di Verona, il quale ha convalidato l'arresto, prescrivendo all’imputato di presentarsi giornalmente presso la stazione dei Carabinieri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • In vigore la nuova ordinanza di Zaia e per la prima volta si parla di sagre e discoteche

  • Via libera a circoli culturali, baite alpini e parchi divertimento: ma quando riapre Gardaland?

Torna su
VeronaSera è in caricamento