Fanno razzia del rame dei pannelli solari e lo nascondono: recuperati 700 kg

Alcuni malviventi si sono introdotti nell'azienda Fiamm Energy di Veronella per rubare il prezioso materiale, che è stato poi trovato dai carabinieri intervenuti tempestivamente sul posto

Non era la prima volta che i malviventi mettevano a segno un colpo alla Fiamm Energy dia via Ponte Alto, nel comune di Veronella, così quando la chiamata è giunta ai carabinieri, questi si sono precipitati sul posto. 
Un buco creato ad hoc nella recinzione dell'azienda ha fatto scattare l'allarme, con i militari della stazione di Minerbe che sono subito arrivati a controllare la situazione. I banditi avevano già tranciato i grossi cavi di rame che collegavano i pannelli solari, che poi hanno nascosto in una sorta di canneto poco distante: si trattava di circa 700 kg di materiale, che gli Uomini dell'Arma hanno subito scoperto. Da lì ha preso il via un lungo appostamento, in attesa che i malviventi si facessero vivi per raccogliere il frutto del loro "lavoro". I carabinieri però hanno atteso invano: forse i criminali hanno avuto problemi per quanto riguarda il trasporto del cosiddetto "oro rosso" o forse pensavano di tornare a prenderlo ma hanno notato le forze dell'ordine, resta il fatto che nessuno si è presentato per raccogliere la refurtiva. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

  • Persona investita da un'auto, trasportata d'urgenza in ospedale: è grave

  • Ladri acrobati si arrampicano fino al quinto piano e svaligiano l'appartamento

  • Braccato dai carabinieri per il tentato omicidio della fidanzata, si dà fuoco

  • Due semafori abbattuti da auto: sanzionati un uomo e neopatentata positiva all’etilometro

Torna su
VeronaSera è in caricamento