Ripristinate 4 panchine al Bastione San Zeno, grazie ad Amia e Legambinete

Erano usurate e malandate. Sono state prima rimosse e poi rimesse a nuovo tramite lavori di falegnameria e verniciatura. Funziona bene la sinergia tra l'azienda di igiene ambientale e l'associazione

Amia e Legambiente alleate per la salvaguardia del Bastione di San Zeno. L'ultima fortezza del sistema difensivo austriaco ha avuto bisogno di cure urgenti e la convenzione fra l’azienda di igiene ambientale e l’associazione prevede la gestione del parco attraverso varie attività tra cui il taglio dell’erba e il suo asporto. l’eliminazione della vegetazione degradata, la semina di una prateria seminaturale e i costanti tagli del tessuto erboso con eliminazione delle piante infestanti. In inverno la pulizia viene fatta quattro volte alla settimana, in estate tutti i giorni.

Un altro strumento di eccezionale valore nella cura del bastione è la vigilanza volontaria, legata al controllo dei comportamenti scorretti ma anche all’educazione dei visitatori. Il presidio attivo e l’opportuno collegamento con le forze dell’ordine scoraggiano i bivacchi, gli insediamenti abusivi e chi fosse intenzionato a commettere atti di vandalismo.

La sinergia tra Amia e Legambiente si è concretizzata anche attraverso interventi straordinari. L'ultimo è stato proprio in questi giorni, il ripristino di quattro panchine usurate e malandate, rimosse e rimesse a nuovo tramite lavori di falegnameria e verniciatura.

"Le esigenze ambientali unite a quelle di carattere estetico - ha affermato il Presidente di Amia Andrea Miglioranzi - rendono la cura del verde pubblico un aspetto quanto mai importante per la nostra bellissima città. Attraverso il sodalizio con Legambiente abbiamo potenziato ed esteso la nostra attività per generare più benefici ambientali possibili. Interventi come questo, specifici e mirati, rappresentano per noi idee vincenti per il controllo del disagio ambientale ma anche motivo di vanto aziendale. Pur nell’ambito di limitate risorse finanziarie è possibile adottare interventi in grado di tutelare e migliorare il valore ambientale e storico del parco. Il pregio naturalistico della copertura vegetale e il riutilizzo della biomassa ricavata dal taglio dell’erba e dalla potatura di alberi e arbusti apportano un valore aggiunto agli sforzi già messi in campo dalle nostre realtà". 

La Presidente di Legambiente Chiara Martinelli ha aggiunto: "La condivisione delle attività con Amia è un valore aggiunto anche per Legambiente visto che ci permette di valorizzare il volontariato nelle molteplici forme in cui si differenzia".

VERDE PUBBLICO: INTERVENTI SETTIMANALI DI POTATURA ALBERI

Ogni settimana Amia interviene con i suoi operatori nella manutenzione degli alberi per assicurare alla cittadinanza spazi ordinati e sicuri. A rotazione, gli alberi presenti nei giardini pubblici delle varie zone di Verona, saranno oggetto di sistemazione e trattamenti.

“Con questa attività e la nostra incessante azione – dichiara il Presidente Andrea Miglioranzi – intendiamo sensibilizzare i cittadini sull’importanza degli alberi nell’ecosistema urbano sul rispetto e sulla salvaguardia della natura e sulla conoscenza del nostro territorio. Valorizzare il paesaggio, renderlo più bello e vivibile è un beneficio ed una gratificazione per tutti.”

La tipologia delle lavorazioni e delle condizioni atmosferiche potranno condizionare il calendario degli interventi previsti. In questi giorni, le aree interessate agli interventi di potatura saranno: via Sommacampagna 29, campo giochi via Corsini, scuola materna Avesa, area incolta via Trombelli, via Mantovana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nel Veronese le persone "positive" sfiorano le 1800 unità

  • Coronavirus: a Verona crescono casi positivi e decessi: ricoveri ancora in calo

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus in Borgo Roma: calo ricoveri in intensiva nel Veronese

  • Colpito dal Coronavirus, è morto il campione delle bocce venete Giuliano Mirandola

  • Covid-19, altri 33 tamponi positivi in provincia di Verona. Aumentano anche i "negativizzati"

  • Covid-19, nuova impennata di casi a Verona, ma prosegue il calo dei ricoveri

Torna su
VeronaSera è in caricamento