Ricercato individuato alla stazione di Porta Nuova e portato in carcere

Il 21enne doveva scontare una pena per violazione della normativa sugli stupefacenti ed è stato individuato allo scalo ferroviario dalla Polfer, che lo ha portato a Montorio

La Polfer all'opera alla stazione di Porta Nuova

Rintracciata ed arrestata nella stazione di Porta Nuova, un'altra persona ricercata è caduta nella rete della Polizia Ferroviaria.
La sera di domenica 10 febbraio gli agenti della Polfer hanno individuato e bloccato un giovane cittadino marocchino, B.A., 21enne regolarmente residente in città e titolare di un permesso di soggiorno per motivi familiari in quanto il padre, sempre di origini marocchine, è cittadino italiano.
Le forze dell'ordine, durante i rafforzati servizi di controllo, hanno notato il nordafricano e, insospettiti, hanno deciso di procedere con una verifica, appurando che era stato colpito da un ordine di esecuzione di pena detentiva dell’Autorità Giudiziaria di Verona, per scontare la pena residua di 4 mesi e 8 giorni di reclusione per violazione della normativa sugli stupefacenti, nonché al pagamento di 1200 euro di multa.
Lo stesso, che nonostante la giovane età aveva alle spalle numerosi precedenti per possesso di arnesi atti allo scasso, furto e reati inerenti gli stupefacenti, è stato condotto nel carcere di Montorio.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Divieti di sosta e transito per la Gensan Romeo&Giulietta Half Marathon

  • Attualità

    Foibe, l'evento dell'Anpi si è tenuto e per la Kersevan si cerca nuova sede

  • Cronaca

    Amadou Càmara, storia di una morte indifferente nella città dell'amore

  • WeekEnd

    Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 febbraio 2019

I più letti della settimana

  • "Adrian", spettacolo sospeso e polemiche. Casali: «Un fallimento, restituite il Camploy»

  • Tamponamento sull'A22 vicino a Rovereto, muore manager veronese

  • Dopo la condanna e la diffida, Lyoness si difende a annuncia un ricorso

  • Truffa dello specchietto. La Polizia Municipale mette in guardia i veronesi

  • Tra il lago di Garda e il Mincio, partono le ricerche del corpo di Brenda

  • Amadou Càmara, storia di una morte indifferente nella città dell'amore

Torna su
VeronaSera è in caricamento