Fermato a La Grande Mela, deve scontare una pena di due anni e mezzo

I carabinieri lo hanno portato in caserma per accertare la sua identità, dal momento che su di lui pendeva un ordine di carcerazione del tribunale di Rovereto per diversi reati commessi tra il 2008 e il 2012

I carabinieri di Villafranca

Italiano, classe 1991 e senza fissa dimora, nella notte di martedì 16 luglio è stato arrestato dai carabinieri dell'aliquota radiomobile della compagnia di Villafranca di Verone, nel corso di un servizio di controllo del territorio: su di lui infatti pendeva un ordine di carcerazione emesso nel gennaio 2019 dal tribunale di Rovereto. 

 Il giovane è stato individuato a Sona, all'esterno del centro commerciale La Grande Mela: visti i dubbi sulla sua identità a causa dei suoi numerosi "alias", è stato accompagnato in caserma per accertamenti più approfonditi, compreso il fotosegnalamento. I militari hanno quindi scoperto che su di lui gravava un ordine di carcerazione: il ragazzo doveva scontare 2 anni, 6 mesi e 27 giorni di reclusione, per aver commesso nel territorio italiano una serie di reati tra cui lesioni personali aggravate, resistenza a pubblico ufficiale, uso di atto falso e diverse violazioni del codice della strada, nel periodo che va dal 2008 al 2012. Conclusi gli accertamenti di rito, è stato quindi condotto presso il carcere di Montorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

Torna su
VeronaSera è in caricamento