Musica fino a mezzanotte nei locali che si affacciano sul Garda

All’interno dei locali la musica potrà rimanere accesa fino alle due di notte, a condizione che le porte e le finestre rimangano chiuse, per evitare di cagionare disagi alla quiete pubblica

Nuovo regolamento per la musica nelle attività commerciali degli otto comuni che si affacciano sul lago di Garda. Il nuovo “Regolamento comunale per la disciplina delle attività musicali” è stato redatto dal prefetto di Verona Perla Stancari e dal presidente di Confcommercio Paolo Arena. Nei bar, ristoranti, birrerie, campeggi, alberghi e agriturismi presenti a Peschiera, Malcesine, Garda, Lazise, Brenzone, Bardolino, Torri del Benaco e Castelnuovo si potrà proporre musica fino a mezzanotte.

“L’iniziativa – spiega il Prefetto – nasce dall’esigenza di uniformare la disciplina nel settore della produzione musicale lungo la sponda veronese del lago, secondo lo spirito del Patto per la sicurezza dell’area del Garda. Con questo regolamento potremo garantire sicurezza e tranquillità sia ai turisti che ai residenti, in armonia con le esigenze degli esercizi pubblici”. Si tratta, infatti, di un progetto finalizzato a uniformare gli orari nei quali i locali potranno proporre musica per evitare esodi da un Comune all’altro e, quindi, per combattere la concorrenza sleale e, al tempo stesso, garantire maggiore sicurezza sulle strade.

All’interno dei locali la musica potrà rimanere accesa fino alle due di notte, a condizione che le porte e le finestre rimangano chiuse, per evitare di cagionare disagi alla quiete pubblica. Le amministrazioni locali, tuttavia, in presenza di eventi straordinari ed eccezionali potranno derogare alla disciplina fissando orari differenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Regolamento prevede aspre sanzioni in caso di violazione: il divieto di utilizzare gli impianti per sette giorni, che diventano quindici nei caso in cui la violazione venga reiterata nel corso dello stesso anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Partire da Verona: le info utili per come raggiungere l'aeroporto

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 10 al 12 luglio 2020

  • Perde il controllo della moto, esce di strada e muore sulla Transpolesana

  • Focolaio di Covid-19 a Verona: marito ricoverato e famiglia messa in quarantena

  • Omicidio Micaela Bicego, trovata mannaia nello zainetto della vittima

  • 'Ndrangheta in provincia di Verona dai primi anni '80: l'operazione scattata all'alba

Torna su
VeronaSera è in caricamento