Maltempo. In attesa dello stato di emergenza, la Regione stanzia un milione

Il decreto finanzia le operazioni svolte dalla Protezione Civile a Conegliano per il fortunale di settimana scorsa e a Verona per il nubifragio del 27 luglio

Un milione di euro per i primi interventi di somma urgenza in seguito ai danni causati dal maltempo in Veneto. Lo ha deliberato la Giunta regionale, pensando al fortunale che si è abbattuto su Conegliano e al nubifragio del 27 luglio di Verona.

"Tra fine luglio e la prima settimana di agosto si sono verificati due gravi eventi catastrofici in Veneto - ha dichiarato il presidente Zaia - Il 5 agosto, una tromba d’aria ha colpito drammaticamente il cuore di un centro storico di grande valenza artistica, abbattendo alberi secolari, sconvolgendo parchi e scoperchiando tetti di palazzi e ville. E il 27 luglio la bomba d’acqua che si è rovesciata sul territorio comunale di Verona ha provocato allagamenti di notevole entità. In attesa che lo Stato riconosca lo stato di emergenza e individui i fondi per riparare i danni subiti da opere pubbliche e da privati abbiamo stanziano un milione di euro per i primi interventi di soccorso e protezione civile".

Il decreto finanzia le operazioni svolte dalla Protezione Civile nelle due città.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dall'11 al 13 ottobre 2019

  • La "pacchia" è finita in tangenziale Nord a Verona: entra in funzione il nuovo autovelox

  • Scavalca una siepe e vola sulle auto parcheggiate dall'altro lato nel piazzale

  • Nuovo autovelox in Tangenziale Nord, 366 multe nelle prime 12 ore

  • Camion sfonda il guard rail: traffico in tilt in autostrada e tangenziale

  • Rombano i motori, Rally Due Valli al via a Verona: il programma della giornata

Torna su
VeronaSera è in caricamento