Rave party non autorizzato: una pioggia di denunce per i partecipanti

La festa era stata organizzata in un'area golenale del Po, con i giovani che si erano dati appuntamento via WhatsApp: alla serata però si sono presentati anche carabinieri e guardia di finanza

Immagine di repertorio

Provenienti da numerose province italiane, verranno denunciati dai carabinieri di Mantova i giovani che la notte scorsa avrebbero partecipato ad un rave party in un'area golenale del Po, a Serravalle a Po. 
Come riferisce Ansa, i partecipanti si sarebbero dati appuntamento via WhatsApp e, oltre ai militari, anche la guardia di finanza è stata impegnata nella loro identificazione. 

I carabinieri avrebbero spiegato che l'obiettivo dell'operazione è stato quello di non creare turbative dell'ordine pubblico, considerato l'ingente numero di persone e il rischio di incidenti. 
I giovani sono dunque stati identificati e i numeri di targa delle loro auto registrati: questo permetterà di una prima informativa alla procura di Mantova con la contestazione per inottemperanza agli ordini dati dall'autorità, invasione dì terreno o di edifici e lo svolgimento non autorizzato di spettacolo. Inoltre, alla questura locale, verrà inviata la richiesta di divieto di ritorno nella provincia per tre anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Omicidio di Isola Rizza ripreso dalle telecamere: il cerchio inizia a stringersi

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Boato nella notte a Verona: bancomat assaltato e ladri in fuga col denaro

  • Controlli notturni dei carabinieri di Legnago e San Bonifacio per contrastare i furti in casa

Torna su
VeronaSera è in caricamento