Rapporti sessuali con allieva minorenne: maestro d'equitazione patteggia due anni

I fatti sarebbero avvenuti nel corso del 2018 in un maneggio veronese

Immagine di repertorio

Alla fine è arrivata la sentenza in tribunale con il patteggiamento a due anni per il maestro di equitazione accusato di aver avuto rapporti sessuali completi con un'allieva quindicenne. I fatti si sarebbero verificati all'interno di un maneggio nella provincia veronese e nella sede della Forestale di Mantova durante il 2018. Al tempo, infatti, come riporta quest'oggi il quotidiano L'Arena, l'ex maestro d'equitazione (sospeso dopo l'inizio del processo) apparteneva al corpo dei carabinieri forestali della cittadina lombarda.

La difesa ha sempre sostenuto che i rapporti tra il maestro d'equitazione e la giovanissima allieva fossero "consenzienti": prima vi sarebbero stati baci sulle labbra, poi toccamenti e infine anche rapporti completi. Le indagini sulla vicenda furono avviate dopo la segnalazione da parte della madre della ragazzina che di quest'ultima aveva iniziato a notare atteggiamenti sospetti, ma anche messaggi e foto eloquenti sul cellulare. La giovane, nel corso del processo, non si è costituita parte civile consentendo all'imputato di ricorrere al rito alternativo ed ottenendo infine un risarcimento economico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

  • Tocca con la motosega i cavi dell'alta tensione: non c'è stato scampo per il 46enne

Torna su
VeronaSera è in caricamento