Richiedenti asilo pestati e derubati a Porta Nuova nella notte: 30 giorni di prognosi

Due giovani ventenni aggrediti e derubati di uno zainetto: indagano i carabinieri

I carabinieri di Verona in azione - immagine d'archivio

Due giovani richiedenti asilo sono stati brutalmente aggrediti nella notte tra giovedì 14 e venerdì 15 marzo a Verona. L'episodio è avvenuto poco dopo la mezzanotte, nella zona di Porta Nuova mentre i due ragazzi, all'incirca ventenni, si trovavano in via Case dei Ferrovieri. Secondo quanto riferito alle forze dell'ordine dalle due vittime, l'aggressione sarebbe stata compiuta a scopo di rapina da parte di due sconosciuti, descritti come «persone di colore». Oggetto della rapina sarebbero infatti stati uno zainetto e alcune decine di euro. 

I ventenni aggrediti, originari del Gambia e attualmente regolari sul territorio italiano in quanto richiedenti asilo, hanno riportato gravi ferite da taglio, presumibilmente causate da un coltello. Entrambi sono stati soccorsi dagli operatori del Suem 118 e condotti in ospedale a Borgo Trento. Per uno di loro la prognosi è stata di 30 giorni.

In merito all'aggressione, si stanno al momento occupando delle indagini i carabinieri di Verona che, grazie anche all'ausilio dei filmati delle telecamere di videosorveglianza, proveranno nelle prossime ore a chiarire la dinamica dei fatti ed identificare i responsabili della violenta rapina.

Potrebbe interessarti

  • Capelli verdi dopo il bagno in piscina? Ecco le cause e i rimedi fai da te

  • Mercato immobiliare sul Lago di Garda: Peschiera al primo posto

  • I 7 segreti per un'abbronzatura perfetta anche dopo le vacanze

  • Abito sottoveste: il capo must have che non passa mai di moda

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 16 al 18 agosto 2019

  • Una meteora solca i cieli di Verona: il video girato a Borgo Trento

  • Jeremy Wade pronto a svelare il mistero di "Bennie", il mostro del lago di Garda

  • Turismo a Verona, Tosi: «In calo. L'assessore Briani ammetta le sue colpe»

  • Maestre diplomate ma non laureate, a Verona centinaia rischiano il posto

  • Frontale tra auto sul lago: morta una persona e altre due rimaste ferite

Torna su
VeronaSera è in caricamento