Rapina in strada vicino piazza Bra, un arrestato. Complice in fuga

Alla vittima sono stati sottratti una giacca, un cellulare e 80 euro ed è stato rotto il setto nasale. La rapina è stata compiuta in Interrato Torre Pentagona, mentre l'arresto dei carabinieri è avvenuto in via XX Settembre

Foto di repertorio

Nella notte tra giovedì 14 e venerdì 15 novembre, i carabinieri di Verona hanno compiuto l'arresto di un cittadino tunisino, il quale è stato portato in carcere con l'accusa di rapina. L'uomo, circa un quarto d'ora prima dell'arresto, avrebbe rapinato un suo connazione dietro a Palazzo Barbieri, in Interrato Torre Pentagona, con l'aiuto di un complice, che i militari stanno rintracciando.
Al rapinato, aggredito con uno spray al peperoncino, sono stati sottratti una giacca, un cellulare e 80 euro e poi è stato rotto il setto nasale. La vittima ha chiesto aiuto ai militari che solitamente stazionano in piazza Bra, subito dopo sono partite le ricerche e nel giro di poco tempo i carabinieri sono riusciti a rintracciare uno dei rapinatori in via XX Settembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Protagonista del servizio di "Striscia la Notizia", aggredito e derubato in città

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Omicidio di Isola Rizza ripreso dalle telecamere: il cerchio inizia a stringersi

  • Boato nella notte a Verona: bancomat assaltato e ladri in fuga col denaro

  • Controlli notturni dei carabinieri di Legnago e San Bonifacio per contrastare i furti in casa

Torna su
VeronaSera è in caricamento