Passa il provvedimento contro la movida. Musica nei bar sotto i 70 decibel

Approvato dal Consiglio comunale di Grezzana il provvedimento che impone diverse limitazioni a tutti i gestori di locali pubblici. Non più di 30 eventi annuali, nuovi orari per la musica e volumi abbassati

Approvato a maggioranza nel Consiglio comunale di Grezzana, il provvedimento che regolamenta sulle attività di intrattenimento nei locali pubblici. Una decisione che comporta diverse conseguenze immediate per tutti gli esercenti coinvolti. Le nuove norme impongono in estrema sintesi, un numero massimo di eventi annuale pari a 30, inoltre nell’arco di una settimana sarà possibile organizzare non più di un evento, ma soprattutto impongono la limitazione del volume della musica entro i 70 decibel.

Le misure decise intervengono a favore di tutti i residenti nelle zone adiacenti a bar e locali di vario genere, cercando di limitare i danni e i fastidi che questa vicinanza potrebbe causare. Ma d’altro canto è evidente che in gioco ci siano anche gli interessi dei commercianti, i quali in un periodo di difficoltà economica come quello attuale, avrebbero certamente bisogno di agevolazioni e non certo di ulteriori limitazioni. Va difeso il diritto al sonno e alla salute è chiaro, ma anche quello al lavoro. Ad ogni modo, come riferisce l’Arena, l’assessore con delega alle attività produttive Michele Colantoni ha spiegato che “si è trattato di conciliare interessi contrapposti. Da un lato i residenti confinanti che hanno diritto al riposo e dall'altro gli esercenti che nei loro ambienti organizzano eventi”.

Tuttavia dai banchi dell’opposizione non sono mancate delle critiche al provvedimento, così come riportato dall’Arena, essendo considerato tale nuovo regolamento “eccessivamente stretto e con maggiori responsabilità per gli esercenti che invece hanno bisogno di lavorare. Così come i giovani hanno bisogno di divertirsi: i bar sono anche punti di aggregazione sociale”. Ma tant’è, le nuove norme sono state approvate e allora, forse meglio iniziare con il rispettare i nuovi, piuttosto stringati, orari per l’attività musicale: ore 22.00 per gli esercizi in zona residenziale non dotati di sistemi insonorizzanti, ore 22.30 per chi invece ne possiede di efficaci. E ancora: ore 24.00 per i locali situati lontani dall’abitato e ore 02.00 per quelli distanti dagli edifici almeno 300 metri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Soddisfatto a quanto sembra dalle parole riferite dall’Arena, il sindaco Fiorentini che ha spiegato: “è un regolamento necessario e devo dotare il comune di regole precise. Successivamente il Consiglio potrà apportare le modifiche che ritiene più opportune”. Insomma, chi sperava in una nuova San Francisco a Grezzana dovrà probabilmente rinserrare i propri sogni nel cassetto, ma nel frattempo potrà certamente dormire sonni tranquilli e indisturbati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Partire da Verona: le info utili per come raggiungere l'aeroporto

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 10 al 12 luglio 2020

  • Perde il controllo della moto, esce di strada e muore sulla Transpolesana

  • Focolaio di Covid-19 a Verona: marito ricoverato e famiglia messa in quarantena

  • Omicidio Micaela Bicego, trovata mannaia nello zainetto della vittima

  • 'Ndrangheta in provincia di Verona dai primi anni '80: l'operazione scattata all'alba

Torna su
VeronaSera è in caricamento