Profughi a Pescantina. Sindaco in Prefettura mentre la protesta si organizza

Un corteo ci sarà martedì 27 settembre alle 20.30 contro l'accoglienza di richiedenti asilo nello stabile all'angolo tra via Are e via Prese. Il Comune si attiverà per verificarne l'idoneità

Dove saranno ospitati i profughi a Pescantina (foto Gmaps)

A Pescantina non è imminente l'arrivo di profughi, ma la segnalazione fatta dalla Lega Nord locale si è rivelata giusta. La conferma è arrivata dal primo cittadino del paese Luigi Cadura che in una comunicazione alla popolazione ha confermato che una cooperativa ha preso in affitto dalla proprietaria lo stabile all'angolo tra via Are e via Prese, offrendolo alla Prefettura come possibile alloggio per richiedenti asilo.

La prossima settimana Cadura s'incontrerà con il viceprefetto per discutere l'argomento e avere maggiori dettagli. Intanto però è stato organizzato per martedì 27 settembre alle 20.30 un corteo di protesta.

Per rassicurare i cittadini, il sindaco ha comunicato che secondo alcune indiscrezioni non confermate potrebbero essere ospitati venti profughi, che saranno seguiti dalla cooperativa che si è proposta alla Prefettura. Il Comune farà la sua parte, controllando l'idoneità della struttura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio a Verona: ammazza una 51enne e confessa due giorni dopo

  • Possibili rischi per la salute, ritirato formaggio prodotto a Cerea

  • Ladri acrobati si arrampicano fino al quinto piano e svaligiano l'appartamento

  • Vivevano alle spalle della coppia e facevano prostituire la donna: arrestati

  • A Verona la migliore escort dell'anno 2019: «Prima facevo l'aiuto cuoco»

  • Braccato dai carabinieri per il tentato omicidio della fidanzata, si dà fuoco

Torna su
VeronaSera è in caricamento