Maltrattamenti domestici, donna a processo accusata da marito e figli

Reagiva in modo violento quando veniva contraddetta, lanciava oggetti contro il compagno, lo minacciava e lo picchiava. E per dispetto, serviva pasti troppo piccanti o addirittura conditi con delle feci

Foto di repertorio

Era stata denunciata dal marito e dai figli e per lei è cominciato il processo che si celebra in tribunale a Verona. È una donna marocchina di 54 anni, a cui vengono imputati i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e calunnia.

Ieri, 15 aprile, in aula ha testimoniato il figlio maggiore, come descritto da TgVerona. Il giovane ha confermato le violenze verbali e fisiche che si sarebbero ripetute per almeno cinque anni. La donna reagiva in modo violento quando veniva contraddetta, lanciava oggetti contro il marito, lo minacciava e lo picchiava. E confermati anche i dispetti che la donna faceva ai suoi familiari, come condire i pasti con abbondante peperoncino oppure anche con delle feci. La donna avrebbe, inoltre, picchiato anche la figlia di 19 anni.

La vicenda è sorta da una denuncia della 54enne che diceva che il marito era un estremista islamico, che la minacciava e che la costringeva a portare il velo. Una denuncia infondata che ha permesso poi agli investigatori di scoprire che l'"orco" in casa era in realtà un'"orchessa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Incidente e incendio, un camion va a fuoco: traffico in tilt sulla tangenziale sud

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Cambia la viabilità di Verona per il Venerdì Gnocolar: ecco i provvedimenti

  • Lessinia e Valpantena, ci sono offerte di lavoro ma sono senza risposta

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 21 al 23 febbraio 2020

Torna su
VeronaSera è in caricamento