Una primavera da 32mila tulipani a Bardolino grazie al rinnovato accordo col Parco Sigurtà

Sarà rinnovata anche per il 2019 la collaborazione tra il Parco Giardino Sigurtà di Valeggio e il Comune di Bardolino per la messa a dimora dei tulipani. Fiori che in queste ultime settimane sono stati immortalati da migliaia di scatti da parte dei residenti e turisti

Da sx Banterla, Sabaini, De Beni

Una esplosione di colori per un set all’aria aperta in grado di catturare centinaia e centinaia di foto. Da quasi un mese il lungolago di Bardolino si presta ad una serie infinita di scatti, da parte di passanti ma anche di fotografi di professione, per immortalare la varietà di tulipani curati dal conte Giuseppe Sigurtà.

Il proprietario del Giardino Sigurtà, il secondo Parco più bello d’Europa, è “l’architetto” delle aiuole ricoperte di fiori provenienti dall’Olanda che hanno trovato collocazione, grazie ad un accordo tra il Comune e il Parco di Valeggio, sulla passeggiata che unisce Riva Mirabello a Riva Cornicello. Ma non solo. Rispetto all’anno scorso l’orizzonte di tulipani si staglia anche sul Lungolago Preite oltre a far capolinea sullo spartitraffico di Via Marconi, sulla strada Gardesana, e nelle aiuole del centro storico di Cisano, frazione di Bardolino. In pratica 32.000 tulipani hanno trasformato Bardolino in un giardino dai mille colori. In cambio il Comune ha acconsentito di esporre informazioni che pubblicizzano il Giardino Sigurtà. Un accordo commerciale che valorizza Bardolino e Parco Giardino Sigurtà con i bulbi messi a dimora dalla ditta fratelli Banterla d’Incaffi.

Le varietà di tulipani esposte

Molteplici le varietà dei tulipani che si possono ammirare: dall’Holland Queen (giallo-rosso), ai Toyota (rosso-bianco), al Menton (rosa) all’Apricot Parrot (Arancio Bianco) senza dimenticare i Belicia (bianco rosa doppio), il Labrador (rosso fuxia) o il Dordogne (arancio). Una diversità di colori che spazia dal nero (Black Hero), rosa fuxia (Sunset tropical), viola scuro (Negrita), il Banja Luka con fiori gialli screziati di rosso.

«Una varietà di tulipani davvero unica che visto il crescente successo abbiamo deciso di moltiplicare innestando questi fiori anche su lungolago Preite», afferma il sindaco Ivan De Beni che rivela di non aver un tulipano preferito ma di amarli tutti anche per i ricordi legati alla sua infanzia e alla mamma olandese.

Con il Conte Sigurtà da Miami via Skype

Il primo cittadino di Bardolino, proprio ieri nel primo pomeriggio, ha effettuato un sopralluogo con l’assessore all’ecologia Lauro Sabaini e a Maurizio Banterla. Un orario insolito, quella della passeggiata di controllo, per permettere al conte Giuseppe Sigurtà di connettersi via skipe, direttamente da Miami e abbattere cosi il fuso orario. «È da sempre un piacere collaborare con il Comune di Bardolino (questo è il terzo anno ndr) e disegnare per il mio amico Ivan (De Beni ndr) aiuole di tulipani uniche e irrepetibili».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Una collaborazione destinata a proseguire con reciproca soddisfazioni di entrambi», ha replicato e salutato il primo cittadino di Bardolino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attaccata sotto la sedia, nascondeva una scatola con quasi mezzo chilo di coca

  • Coronavirus: Verona segna ancora il peggior aumento di casi positivi totali in Veneto

  • Ancora un dramma sulle strade: motociclista muore dopo lo scontro con un cervo

  • Ricercato in tutta Europa, viene scoperto ed arrestato dai carabinieri di Legnago

  • Movida in Erbe a Verona: immagini denuncia sui social (e le webcam registrano tutto)

  • Quante persone posso invitare a pranzo o cena in casa mia secondo le norme in Veneto?

Torna su
VeronaSera è in caricamento