Curare un infarto, due veronesi collaborano per la ricerca

Il trattato è stato pubblicato su Nature Communications e d ha visto la partecipazione di Paolo Fumene Feruglio, dell'ateneo di Verona e Andrea Sbarbati del dipartimento di Scienze neurologiche

Prevenire e curare l'infarto grazie alla comprensione del funzionamento del cuore, raggiunta in virtù di una nuova tecnica di microscopia che genera immagini dell'organo in tempo reale e con una risoluzione di altissimo livello.

È la ricerca che si è dimostrata meritovele di pubblicazione su Nature Communications, frutto del lavoro di Claudio Vinegoni, del Center for Systems Biology del Massachusetts General Hospital (Harvard University), e di Paolo Fumene Feruglio, dell’ateneo di Verona, in collaborazione con Andrea Sbarbati del dipartimento di Scienze neurologiche dell’Ateneo scaligero.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Rapina in una trattoria di Valgatara: morto un uomo. Scattano le indagini

    • Cronaca

      Renzi a Verona a tutto campo. Sociale, industria, ma anche Castelvecchio

    • Politica

      Quadri di Castelvecchio. "Togliere la cittadinanza onoraria a Poroshenko"

    • Economia

      Tre milioni a fondo perduto per le ditte della ristorazione e del commercio

    I più letti della settimana

    • Incendio a San Martino. Due aziende vengono devastate dalle fiamme

    • Incidente stradale in A22: si ribalta furgone di tifosi del Frosinone

    • Rapina in una trattoria di Valgatara: morto un uomo. Scattano le indagini

    • Morta di parto a San Bonifacio. Indagati un ginecologo e due ostetriche

    • Pluripregiudicato per droga in fuga dalle Volanti si schianta con il Bmw

    • Incidente motociclistico all'alba: grave un giovane ricoverato a Borgo Trento

    Torna su
    VeronaSera è in caricamento