Curare un infarto, due veronesi collaborano per la ricerca

Il trattato è stato pubblicato su Nature Communications e d ha visto la partecipazione di Paolo Fumene Feruglio, dell'ateneo di Verona e Andrea Sbarbati del dipartimento di Scienze neurologiche

Prevenire e curare l'infarto grazie alla comprensione del funzionamento del cuore, raggiunta in virtù di una nuova tecnica di microscopia che genera immagini dell'organo in tempo reale e con una risoluzione di altissimo livello.

È la ricerca che si è dimostrata meritovele di pubblicazione su Nature Communications, frutto del lavoro di Claudio Vinegoni, del Center for Systems Biology del Massachusetts General Hospital (Harvard University), e di Paolo Fumene Feruglio, dell’ateneo di Verona, in collaborazione con Andrea Sbarbati del dipartimento di Scienze neurologiche dell’Ateneo scaligero.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Deceduto in ospedale il giovane di Legnago dopo l'incidente sulla 434

    • Cronaca

      Ricercato per traffico internazionale di droga, cittadino nigeriano arrestato in Stazione

    • Sport

      Hellas Verona - Pisa, le probabili formazioni | Pecchia e i dubbi in attacco

    • WeekEnd

      Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 24 al 26 marzo

    I più letti della settimana

    • Tragedia a Sommacampagna. Un trattore si ribalta e uccide un uomo

    • Auto sbatte contro un palo e si ribalta: conducente estratta dalle lamiere

    • Matteo non ce l'ha fatta: con il suo scooter era finito contro un'auto

    • Manager della filiale italiana, truffa l'azienda e fa sparire 10 milioni di euro

    • Blitz delle forze dell'ordine. Sgomberato un edificio occupato da clandestini

    • Scandalo pedofilia all'istituto Provolo. Nuove scoperte della Rete L'Abuso

    Torna su
    VeronaSera è in caricamento