Curare un infarto, due veronesi collaborano per la ricerca

Il trattato è stato pubblicato su Nature Communications e d ha visto la partecipazione di Paolo Fumene Feruglio, dell'ateneo di Verona e Andrea Sbarbati del dipartimento di Scienze neurologiche

Prevenire e curare l'infarto grazie alla comprensione del funzionamento del cuore, raggiunta in virtù di una nuova tecnica di microscopia che genera immagini dell'organo in tempo reale e con una risoluzione di altissimo livello.

È la ricerca che si è dimostrata meritovele di pubblicazione su Nature Communications, frutto del lavoro di Claudio Vinegoni, del Center for Systems Biology del Massachusetts General Hospital (Harvard University), e di Paolo Fumene Feruglio, dell’ateneo di Verona, in collaborazione con Andrea Sbarbati del dipartimento di Scienze neurologiche dell’Ateneo scaligero.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Incidenti stradali

      Via Agrigento, forte scontro tra due auto nella notte. Due i feriti soccorsi

    • Politica

      Amministrative 2017, parte il periodo più intenso di campagna elettorale

    • Cronaca

      Siccità, la situazione dell'Adige resta grave nonostante le piogge di aprile

    • WeekEnd

      Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 27 al 30 aprile

    I più letti della settimana

    • Segnalata la presenza di Igor Vaclavic a Verona Est, sul posto polizia e carabinieri

    • Quattro mezzi coinvolti in un incidente sulla A22: le code arrivano a 8 km

    • Ha abusato delle due figlie dei vicini di casa. Pedofilo rinchiuso a Montorio

    • Ha 25 anni, è cresciuto a Verona ed è felice del suo matrimonio combinato

    • Parona, scontro frontale tra auto in via Brennero. Un ferito in codice rosso

    • Una macchina e un furgone si scontrano sulla rotonda: tre persone ferite

    Torna su
    VeronaSera è in caricamento