Guida con il cellulare. La polizia stradale aumenta i controlli per l'estate

A luglio e ad agosto aumenteranno le pattuglie sulle vie di comunicazione del territorio. La loro attenzione sarà particolare per chi guida distratto dal telefonino

(foto di repertorio)

Gli incidenti stradali diminuiscono ma i morti sulle strade crescono. Sembra un dato paradossale, ma trova una delle sue spiegazioni nella tipologia di incidente stradale divenuta ormai prevalente: quello per distrazione. E non servono luminari od esperti per rendersi conto che la principale fonte di distrazione per chi è alla guida è il telefono cellulare.

Da queste considerazioni e da una specifica richiesta espressa del prefetto Salvatore Mulas, ha preso forma il piano estivo di controllo delle strade extraurbane e delle autostrade veronesi da parte della Polizia Stradale. Da sabato 1 luglio fino al 31 agosto, gli automobilisti si accorgeranno da soli del gran numero di pattuglie che avranno il compito di vigilare su chi guida. E i poliziotti avranno un'attenzione particolare sull'uso del cellulare da parte di chi si trova al volante di un veicolo. Inoltre da metà luglio in poi, gli agenti avranno anche a disposizione anche i drug-test, per verificare se le capacità degli automobilisti fermati non siano condizionate dall'uso di sostanze stupefacenti.

Il capo della Stradale veronese Girolamo Lacquaniti ha ricordato che gli automobilisti sorpresi alla guida distratti dal cellulare possono essere sanzionati con multe che arrivano anche a 646 euro, oltre alla decurtazione di 5 punti dalla patente. "In pochi però si ricordano - ha aggiunto Lacquaniti - che se si viene sanzionati 2 volte in 2 anni per la guida con il cellulare scatta la sospensione della patente da 1 a 3 mesi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quindi, oltre alla velocità eccessiva, i controlli della Polizia Stradale saranno più severi anche per chi guida con il cellulare. Questo perché chi guida distratto ha più probabilità di fare incidenti gravi. Con la giusta attenzione, infatti, si può reagire con reattività agli imprevisti esterni. Si riesce a rallentare oppure a sterzare, in modo da rendere gli impatti con altri veicoli meno violenti. Inoltre, chi è distratto, ha meno capacità di accorgersi dei piccoli errori degli altri automobilisti. Piccoli errori che non si trasformerebbero in incidenti, se tutti affrontassero la strada al meglio delle loro capacità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La curva non scende, aumentano i malati di coronavirus a Verona

  • A Verona 5 nuovi morti positivi al coronavirus: crescono a 514 i ricoveri, di cui 103 in intensiva 

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus a Verona: toccata quota 100 ricoveri in intensiva

  • Altri 81 casi positivi al coronavirus nel Veronese, sono saliti a 1.228

  • «Focolaio di Coronavirus nel carcere di Verona: una quindicina di agenti positivi»

  • In Veneto 125 minorenni positivi al coronavirus, 18 sono veronesi

Torna su
VeronaSera è in caricamento