Scoperto in aeroporto a Verona finisce in carcere per "bancarotta fraudolenta"

La polizia ha fermato il 58enne non appena disceso da un volo proveniente da Tirana

Polaria in azione all'aeroporto di Verona

Secondo quanto riferito dalla questura scaligera, sarebbe stato ricercato da ben cinque anni, ma la sua latitanza si è conclusa all’Aeroporto di Verona-Villafranca, a seguito dell’arresto eseguito mercoledì dalla polizia di Stato.

Dopo aver proceduto alla verifica documentale, gli agenti dell’Ufficio di polizia di frontiera aerea hanno infatti fermato un passeggero proveniente con un volo da Tirana. Sull'uomo sarebbe dunque risultato pendente un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Torino.

Si tratterebbe di un 58enne le cui iniziali sono L.V.L., originario di Gioia del Colle, in provincia di Bari, il quale dovrà ora scontare una pena di sei anni e cinque mesi di reclusione per "bancarotta fraudolenta". A seguito delle formalità di rito espletate negli uffici di polizia, l'uomo è stato accompagnato in carcere a Verona e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Illasi, non digerisce un commento negativo della suocera e l'accoltella

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento