Pirata della strada rintracciato: un testimone si era annotato la targa

Lo scorso due marzo era rimasto coinvolto in un incidente con uno scooter, ma si era poi allontanato senza prestare soccorso. La Polizia municipale allora si era appellata ai cittadini, per raccogliere indizi sul fatto

Immagine generica

È stato individuato l’automobilista che, sabato scorso, si era allontanato dopo essere stato coinvolto in un incidente stradale, in via Torbido. L’uomo, senza prestare soccorso, aveva lasciato a terra ferito uno scooterista di 55 anni.

L’automobilista, un 61enne straniero regolarmente residente in città, è stato individuato grazie alla collaborazione di un passante, che nell’immediatezza del sinistro si era fermato per qualche istante e, per precauzione, ha annotato il numero di targa del veicolo.

Appresa la notizia che la Polizia municipale stava ricercando quell’auto, si è rivolto al Nucleo Infortunistica per consegnare l’annotazione sul pirata della strada. Le sue indicazioni sono state fondamentali per rintracciare il responsabile che, all’estero per lavoro, è stato convocato e si è presentato ai vigili sabato mattina.

«Ringrazio il cittadino – ha detto l’assessore alla Sicurezza Daniele Polato – che ha contribuito in maniera determinante a individuare il pirata della strada, prendendo nota del numero di targa e comunicandolo alla Polizia locale. Questa è la città che amiamo, dove ci sono questi esempi di senso civico e in cui ciascuno fa la propria parte: le Forze dell’ordine si impegnano per tutelare la sicurezza di Verona e ognuno, nelle proprie possibilità, collabora per renderla più civile, più sicura e più attenta a chi è in difficoltà. Il gesto del nostro concittadino, nella sua semplicità, è stato fondamentale e conferma che, nel momento del bisogno, Verona non si tira mai indietro perché è una città fatta di persone straordinarie».

Il 61enne è stato segnalato all’autorità giudiziaria con l’accusa di omissione di soccorso e fuga, con ritiro immediato della patente.

«In base agli elementi raccolti dagli agenti, il cerchio si stava stringendo attorno al responsabile – ha detto il comandante Luigi Altamura – . Poter contare sulla collaborazione dei cittadini significa, comunque, garantire maggiore efficacia e sicurezza a beneficio di tutta la comunità».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 18 al 20 ottobre 2019

  • Veronese violentata dopo una serata al Mascara, arrestato il branco

  • Col furgone tampona mezzo pesante in A22, muore giovane veronese

  • Volotea, due nuove rotte dal Catullo e l'offerta biglietti sfiora il milione

  • Una fatale distrazione potrebbe aver spezzato la vita del 27enne in A22

  • Razzismo in un B&B di Verona, il gestore si scusa: «Parole mal pesate»

Torna su
VeronaSera è in caricamento