Pietro Maso: "Stanno cercando di rimettermi in carcere, ma non ho fatto nulla"

Maso si dice tranquillo dopo la denuncia per tentata estorsione. Sa di essere nel giusto e che la verità emergerà da sola. "Non ho paura della galera, ci sono già passato"

Pietro Maso sente di avere la forza della verità dalla sua parte e non ha paura di tornare in galera, dopo aver scontato la sua lunga pena per l'omicidio dei genitori di venticinque anni fa. 

L'Ansa ha raccolto le parole di Maso a commento dell'indagine che lo vede implicato in un caso di tentata estorsione. "Stavolta non ho fatto nulla, questa è la verità e io la conosco". Questo ha detto Pietro Maso, che ha anche annunciato di voler denunciare per diffamazione le sue sorelle, che lo hanno rimesso nei guai.  

La vittima della presunta tentata estorsione è un ex amico di Maso che gli aveva prestato 25 mila euro, per questo Pietro Maso è stato definito pericoloso, ma lui si dice tranquillo: "La verità emergerà da sola. Stanno cercando di rimettermi in carcere. Possono anche farlo, la galera non mi fa più paura. Ci sono già passato e so cosa vuole dire. La differenza è che stavolta non ho fatto nulla e so di essere nel giusto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento