In Olanda aveva un piantagione di cannabis, arrestato a Peschiera

Le iniziali del cittadino dei Paesi Bassi sono G.M., è un classe '76 e risulta disoccupato. Su di lui pendeva un mandato d'arresto europeo. Lo hanno rintracciato in un albergo i carabinieri arilicensi

Carabinieri di Peschiera del Garda

Aveva intuito che la polizia olandese poteva aver scoperto la sua piantagione illegale di cannabis e per questo un cittadino dei Paesi Bassi, iniziali G.M., classe '76 e disoccupato, dallo scorso mese di aprile se n'era andato dal suo paese. A rintracciarlo, lunedì scorso 10 giugno, sono stati i carabinieri di Peschiera del Garda, i quali lo hanno catturato rispondendo al mandato d'arresto europeo emesso dalle autorità dell'Olanda. L'uomo è stato portato in carcere a Montorio ed è stato a disposizione dell'autorità giudiziaria italiana.

I guai per G.M. sono iniziati il 26 aprile scorso, nel suo paese. L'uomo stava guidando una Volkswagen Golf, quando gli agenti della polizia olandese lo fermano per un controllo. La sua auto è stata perquisita e al suo interno sono stati trovati strumenti e fertilizzanti specifici per la coltivazione di sostanze stupefacenti.
Quel controllo ha dato il via ad un'indagine che ha permesso ai poliziotti di scovare una piantagione di cannabis composta da circa 550 piante. La piantagione si trovava in un terreno che G.M. aveva preso in affitto. Per questo, gli agenti si sono attivati per arrestarlo, ma l'uomo probabilmente aveva fiutato il pericolo e per questo si era allontanato dai Paesi Bassi

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le autorità olandesi, però, non si sono arrese e con un mandato di arresto europeo hanno chiesto la collaborazione delle forze dell'ordine degli altri paesi del continente. A questa richiesta d'aiuto hanno risposto i carabinieri di Peschiera del Garda che, attraverso un'efficace attività informativa, hanno scoperto che G.M. alloggiava in una struttura ricettiva arilicense.
Sono dunque partite le ricerche da parte dei militari, che si sono recati nella struttura dove il ricercato aveva preso una camera. L'uomo però era uscito per una passeggiata ed è stato bloccato dai carabinieri quando è rientrato in albergo per pranzare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Inganna parroco della Lessinia per ricattarlo, coppia di 20enni arrestata

  • Citrobacter, destino segnato per una bimba infettata a Borgo Trento

  • Mistero a Cerea, scoperti 17 morti in cimitero sepolti senza autorizzazione

Torna su
VeronaSera è in caricamento