Perde le staffe al Pronto Soccorso, minaccia il personale e picchia i carabinieri

È stata una notte movimentata quella vissuta tra martedì e mercoledì all'ospedale di borgo Trento, dove un 24enne ha dato in escandescenza senza un motivo plausibile, venendo infine arrestato dagli uomini dell'Arma

Hanno dovuto faticare non poco i carabinieri della sezione Radiomobile di Verona, nella notte tra martedì e mercoledì, per riportare la calma la Pronto Soccorso dell'ospedale di borgo Trento, dove un ragazzo di 24 anni di origine spagnola, già noto alle forze dell'ordine, aveva iniziato a dare in escandescenza e a minacciare pesante il personale sanitario, senza un motivo plausibile
Neanche l'arrivo dei militari infatti è servito a riportarlo alla calma, anzi, si è scagliato contro di loro ingaggiando una colluttazione, che è terminata con il suo arresto. Portato nelle camere di sicurezza del Comando provinciale di Verona, mercoledì mattina è comparso davanti al giudice del tribunale scaligero, che lo ha condannato a 10 mesi di reclusione, con pena sospesa. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nel Veronese le persone "positive" sfiorano le 1800 unità

  • Coronavirus: a Verona crescono casi positivi e decessi: ricoveri ancora in calo

  • Tre nuovi morti positivi al coronavirus in Borgo Roma: calo ricoveri in intensiva nel Veronese

  • Colpito dal Coronavirus, è morto il campione delle bocce venete Giuliano Mirandola

  • Covid-19, altri 33 tamponi positivi in provincia di Verona. Aumentano anche i "negativizzati"

  • Covid-19, nuova impennata di casi a Verona, ma prosegue il calo dei ricoveri

Torna su
VeronaSera è in caricamento