Perde le staffe al Pronto Soccorso, minaccia il personale e picchia i carabinieri

È stata una notte movimentata quella vissuta tra martedì e mercoledì all'ospedale di borgo Trento, dove un 24enne ha dato in escandescenza senza un motivo plausibile, venendo infine arrestato dagli uomini dell'Arma

Hanno dovuto faticare non poco i carabinieri della sezione Radiomobile di Verona, nella notte tra martedì e mercoledì, per riportare la calma la Pronto Soccorso dell'ospedale di borgo Trento, dove un ragazzo di 24 anni di origine spagnola, già noto alle forze dell'ordine, aveva iniziato a dare in escandescenza e a minacciare pesante il personale sanitario, senza un motivo plausibile
Neanche l'arrivo dei militari infatti è servito a riportarlo alla calma, anzi, si è scagliato contro di loro ingaggiando una colluttazione, che è terminata con il suo arresto. Portato nelle camere di sicurezza del Comando provinciale di Verona, mercoledì mattina è comparso davanti al giudice del tribunale scaligero, che lo ha condannato a 10 mesi di reclusione, con pena sospesa. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Nuovo focolaio di Covid-19 nel Vicentino, al confine con Verona e Padova

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Maltempo atteso a Verona: il Comune invita i cittadini a limitare gli spostamenti

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento