Parcheggi per le bici, non c'è carenza per Ambrosini. Fiab: "Solo in centro"

L'assessore del Comune di Verona risponde agli Amici della Bicicletta che replicano: "Sfuggono le reali dimensioni del fenomeno ciclistico veronese"

"Saremmo ben lieti di accompagnare l’assessore Ambrosini in un giro dei quartieri della città alla ricerca delle rastrelliere che l'assessore sostiene essere presenti in numero più che sufficiente". Replica immediata di Giorgio Migliorini, presidente Fiab Verona, a Marco Ambrosini dopo la polemica sorta in seguito ad alcune bici rimosse perché parcheggiate male. Gli Amici della Bicicletta, rappresentati da Giorgio Migliorini, non se l'erano presa con la Polizia Municipale che ha eseguito le rimozioni, ma con il Comune di Verona, accusandolo di non fornire un'adeguato servizio di sosta per le biciclette. "È vero che il centro storico è discretamente dotato sotto questo punto di vista - scrive Migliorini - non altrettanto si può dire dei quartieri".

Le rimozioni sono avvenute ne quartiere Navigatori dove il Fiab ha denunciato la presenza di un'unica rastrelliera da 6 posti bici posizionata davanti ad una scuola e quindi quasi sempre piena. "Se agli automobilisti venisse proposto un servizio della sosta così scadente, ci sarebbe una rivolta. Perché dovrebbero accettarlo i ciclisti? - si chiede Migliorini - A quanto pare sfuggono le reali dimensioni del fenomeno ciclistico veronese: se nella nostra annuale conta a settembre, in due ore e mezzo del mattino incrociamo circa 6.000 ciclisti in entrata o in uscita dal centro storico, è ragionevole supporre che nei quartieri della città circolino ogni giorno almeno altrettante biciclette". 

L'assessore Ambrosini ha parlato di 2.500 posti bici censiti, un numero insufficiente se confrontato con quelli citati da Migliorini. Ed è forse anche per questo che il Comune di Verona ha in mente di aumentare gli stalli, anche al di fuori del cicloparcheggio della stazione ferroviaria.

"Ad ogni modo lanceremo un sondaggio tra i nostri iscritti - conclude Migliorini - chiedendo quanto dista da casa loro o dal loro luogo di lavoro la rastrelliera più vicina".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • "Strage di Santa Lucia" a Sommacampagna: il disastro aereo in località Poiane

  • Nasce il nuovo polo logistico del Gruppo Veronesi: 200 i lavoratori impiegati

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento