Ospedale della donna e del bambino a Borgo Trento: pronto entro 18 mesi

L'Assesore regionale alla Sanità Luca Coletto, si è recato in sopralluogo al cantiere di Borgo Trento dove nel giro di circa 18 mesi dovrebbe sorgere il nuovo Ospedale della donna e del bambino dedicato interamente agli ambiti della maternità e della pediatria

L'Assessore regionale alla Sanità del Veneto Luca Coletto, in compagnia del direttore generale dell'Azienda Ospedaliera universitaria integrata Francesco Cobello e dell'Architetto responsabile del cantiere Antonio Canini, si è recato in sopralluogo presso l'Ospedale di Borgo Trento. Qui sta sorgendo un nuovo "doppio "polo ospedaliero che sarà interamente dedicato, da un lato, al settore della maternità e, dall'altro, alla pediatria, oltre che alla ricerca e cura nell'ambito sempre delle malattie ginecologiche e dell'infanzia.

Il nuovo polo della donna e del bambino articolato in due blocchi tra loro comunicanti, stando a quanto riferito dal quotidiano L'Arena, dovrebbe essere completato e collegato inoltre anche al già presente Polo Confortini entro l'autunno del prossimo anno, tra circa 18 mesi.

Al suo interno vi saranno circa 250 posti letto, con 4 sale di terapia intensiva pediatrica e allestite per servizi ed emergenze ginecologiche, e ancora 12 sale per il parto oltre agli studi medici e vari spazi per offrire ogni tipo di servizio rispondente a esigenze ostetriche e pediatriche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il progetto ha un costo complessivo di 131 milioni di euro, dei quali 57 sono stati finanziati con capitali privati, 54 attraverso fondi della Regione Veneto e i restanti 20 milioni sono stati forniti da Fondazione Cariverona. Tra i due blocchi del nuovo Ospedale della donna e del bambino, fungerà da collegamento un'area verde che sarà messa a disposizione dei visitatori e dei pazienti. Per quanto riguarda gli accessi alla struttura, quest'ultimi sono ancora da definire nello specifico, ma già si prevede che vi sarà una "corsia veloce" dedicata alle pazienti donne che necessitano di cure immediate, così come per i casi di emergenza pediatrica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come si è sviluppato il nuovo focolaio in Veneto che tocca da vicino anche Verona?

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

  • Citrobacter, destino segnato per una bimba infettata a Borgo Trento

  • Forti temporali attesi in Veneto: stato di attenzione anche nel Veronese

Torna su
VeronaSera è in caricamento