Operaio di Lavagno muore fulminato, ancora sconosciute le cause

Si era svegliato come ogni giorno all'alba per andare a dare da mangiare ai tacchini dell'allevamento, poi la scarica assassina. I paramedici non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

Una potente scarica elettrica che non ha lasciato scampo, così è morto questa mattina un operaio 50 enne di Busolo di Lavagno. L'uomo, impiegato in un'azienda agricola della zona, si era alzato all'alba e, come ogni giorno, si era recato nel magazzino della ditta per dare da mangiare ai tacchini dell'allevamento. Improvvisamente la scarica ad alto voltaggio l'avrebbe investito, causandogli un arresto cardiaco. Erano le 6 di mattina, l'allarme è scattato immediatamente e sul posto sono immediatamente arrivati i paramedici di Verona Emergenza, ma per il cinquantenne non c'era più nulla da fare e i sanitari hanno solo potuto constatarne il decesso.  Sul luogo sono poi arrivati i carabinieri della stazione di San Martino Buon Albergo e i tecnici dello Spisal che stanno cercando di fare luce su quanto accaduto, risultano infatti ancora sconosciute le cause del mortale incidente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Terremoto nella Bassa Veronese: registrate tre scosse ravvicinate

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • «Grassie», la poesia di Roberto Puliero per chi lo ha avuto in cura

Torna su
VeronaSera è in caricamento