Verona, tolleranza zero su mimi e artisti di strada: nuove regole

Presto i regolamento sarà sottoposto al Consiglio per l'approvazione: venti piazzole consentite in tutto il centro storico, dall'Arena a piazza Erbe. Multe da 25 a 500 euro: "Bloccano i pedoni e chiedono denaro"

(foto web)

Stop ai "centurioni" molesti davanti all'Arena e alle statue umane in centro storico. Non che si siano mai verificati gesti eclatanti, certo, ma il Comune, per non rischiare, ha deciso di mettere paletti ben precisi. E l'ha fatto con un nuovo regolamento che si vorrebbe approvato l'indomani della polemica della "cacciata" del celebre "pianista di strada", Paolo Zanarella. Sicuramente si tratta di una coincidenza, tuttavia, la mano ferma, anzi fermissima, di Palazzo Barbieri, circa gli spettacolini itineranti o gli show dei buskers, aveva dato i suoi frutti. Decine di multe e via dicendo, insomma. Lasciando perdere i proverbiali "accattoni" che contravvengono ai regolamenti di polizia urbana, il nuovo vademecum precisa termini e requisiti a cui gli artisti dovranno sottostare. Si va dal semplice divieto di "sollecitare" pagamenti allo svolgimento "in modo decoroso e nel rispetto del contesto storico". Stop alle statue umane con le effige dei faraoni dunque? Ancora non si sa. Di sicuro sarà comico vedere gli appasionati della "Zombie walk" sfilare davanti agli arcovoli dell'anfiteatro.

Per ora le zone delle esibizioni sono state delimitate da una piantina. Come precisa l'Arena, si tratta di venti postazioni in tutto il centro storico. In piazza Bra potranno esserci al massimo 10 artisti contemporaneamente: 5 sparpagliati, anche nei pressi della fontana, e 5 sul marciapiede esterno dell'Arena. In via Cappello e via Mazzini altri due posti. Mimi e statue si potranno sistemare anche sistemare in piazza dei Signori e in piazza Erbe ma il limite massimo è fissato a otto persone contemporaneamente.

STOP A MERCATINI VISTOSI IN PIAZZA ERBE

Ma non è finita qui, il Comune ha deciso che i venti artisti dovranno permettere la turnazione ogni 15 giorni. In parole povere potranno esibirsi solo per due settimane al mese e dalle 10 alle 20. E mentre "si auspica l'approvazione immediata" del provvedimento, il comandante dei vigili, Luigi Altamura, vorrebbe un sistema di prenotazione online delle piazzole, dato l'allarme che grava in tutto il centro. Un "aumento esponenziale" di artisti di strada che bloccherebbe il traffico pedonale della città. E in pieno regime di "tolleranza zero", le multe non son tanto leggere: si va dai 25 euro ai 500. Poi si vedrà: magari le statue umane correranno più veloci degli agenti e i mimi diventeranno anche "sordi".

PLATEATICI: IL COMUNE DA' IL VIA LIBERA PER L'AUMENTO DEI TAVOLINI

Potrebbe interessarti

  • Capelli verdi dopo il bagno in piscina? Ecco le cause e i rimedi fai da te

  • Mercato immobiliare sul Lago di Garda: Peschiera al primo posto

  • I 7 segreti per un'abbronzatura perfetta anche dopo le vacanze

  • "Benvenuto": il nuovo vademecum su come affrontare i primi due anni del bebè

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 16 al 18 agosto 2019

  • Una meteora solca i cieli di Verona: il video girato a Borgo Trento

  • Turismo a Verona, Tosi: «In calo. L'assessore Briani ammetta le sue colpe»

  • Jeremy Wade pronto a svelare il mistero di "Bennie", il mostro del lago di Garda

  • Maestre diplomate ma non laureate, a Verona centinaia rischiano il posto

  • Donna fermata mentre va al lavoro da un giovane che le mostra i genitali

Torna su
VeronaSera è in caricamento