Dà un nome falso ai carabinieri per non farsi scoprire: "irregolare" arrestato

Una pattuglia di militari lo ha fermato mentre passeggiava per le vie di Tregnago con un connazionale: entrambi erano senza documenti e sono stati quindi avviati controlli più approfonditi

Insieme ad un connazionale stava passeggiando per le vie di Tregnago e probabilmente non si aspettava di finire in manette. Infatti, mentre i due camminavano lungo una strada del paese, sono stati fermati da una pattuglia dei carabinieri della stazione locale che stava svolgendo un servizio di controllo di routine. 
I due non erano volti noti della zona, così i militari hanno deciso di verificare la loro identità, scoprendo poi che erano privi di documenti. Nuovi e più approfonditi accertamenti hanno fatto emergere che entrambi sono originari del Marocco, irregolari ed incensurati, e che il 27enne aveva decinato false generalità, probabilmente per cercare di eludere i controlli e non far scoprire la sua situazione. 

Il nordafricano è stato così arrestato e condotto nelle camere di sicurezza del Comando della Compagnia di San Bonifacio, dove ha atteso l'udienza di convalida. 
L'altro uomo invece è stato portato in Questura per regolarizzare la sua posizione.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Gemellaggio Verona-Hangzhou, lo scambio dell'atto. Sboarina: «Noi eredi di Marco Polo»

  • Cronaca

    Chiodi e puntine da disegno sulla pista ciclabile e gita rovinata: l'ira dei ciclisti

  • Attualità

    Bandiera San Marco in piazza Erbe. Lega, dalla lingua veneta a scuola verso il "Batar Marso"

  • WeekEnd

    Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 22 al 24 marzo 2019

I più letti della settimana

  • A sbattere contro un'auto, morto giovane motociclista a Caprino Veronese

  • Ragazze violentate da una coppia veronese: inchiodati dai filmati del cellulare

  • Atterraggio di emergenza a Londra per un Airbus decollato da Verona

  • Verona fortunata al SuperEnalotto: giocata una schedina da 40 mila euro

  • Da una lite familiare spuntano 85 mila euro, droga e orologi: un arresto

  • Trovato a vendere cocaina, viene arrestato e si giustifica: «Sono senza lavoro»

Torna su
VeronaSera è in caricamento