Alta Velocità Verona-Vicenza, No Tav: "Il progetto ignora il problema Pfas"

Il Cipe ha approvato il progetto definitivo e il comitato "Cittadini contro il disastro Tav" ricorda i dubbi espressi nel 2016 dal Consiglio Superiore per i Lavori Pubblici sull'analisi idraulica

Nonostante i dubbi della Corte dei Conti, prima di Natale il Cipe ha approvato il progetto definitivo della tratta ferroviaria di Alta Velocità tra Verona e il bivio di Vicenza. Un'approvazione che ha sorpreso i No Tav veronesi riuniti nel comitato "Cittadini contro il disastro Tav" memori di quanto il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici aveva scritto nel 2016 su quella tratta: "L'analisi idraulica dell'interazione dell'opera in progetto con il territorio e la rete idrografica appare in molti casi ancora incompleta e non sempre adeguatamente dettagliata. Si ritiene pertanto che gli aspetti idraulici vadano rivisti ed integrati prima di qualsiasi successiva fase progettuale e procedimentale".

Quindi il progetto era stato bocciato dal massimo organo tecnico dello Stato relativamente ad un territorio già colpito da disastrose inondazioni e ci stupisce che la regione Veneto abbia dato parere favorevole - scrivono dal comitato - Nel progetto approvato è stato completamente ignorata la problematica relativa ai Pfas che andrà a peggiorare vista l'enorme quantità di acqua che sarà utilizzata e le escavazioni che saranno eseguite. Ci è difficile capire come un'opera dal costo di 2 miliardi e 700 milioni di euro e di cui non si è mai dimostrata l'utilità con uno studio sui costi/benefici come richiesto dalla legge, possa aiutare il Veneto dove si chiudono gli ospedali perchè non ci sono soldi. E se da Mestre a Trieste si è scelto di potenziare la linea esistente risparmiando miliardi di euro e lasciandoli in tasca ai cittadini come mai non si può fare lo stesso da Verona a Mestre? Non era forse meglio fare come in Friuli Venezia-Giulia risparmiando i soldi pubblici a favore di opere veramente utili per il territorio come ad esempio la variante alla statale 12 e magari lasciando aperto qualche ospedale in più?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Incidente e incendio, un camion va a fuoco: traffico in tilt sulla tangenziale sud

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Cambia la viabilità di Verona per il Venerdì Gnocolar: ecco i provvedimenti

  • Lessinia e Valpantena, ci sono offerte di lavoro ma sono senza risposta

  • Coronavirus. Dopo il chiarimento della Regione, ecco cosa è ammesso a Verona e cosa no

Torna su
VeronaSera è in caricamento