Polemiche sulla Tav. Il M5S attacca: "Si sta mistificando la realtà dei fatti"

Sul progetto Tav vigono al momento molti dubbi e poche certezze. Nel recente dibattito si è inserito anche il Movimento 5 Stelle che in una nota stampa ha diffuso il parere nel merito di alcuni suoi esponenti, tra i quali il consigliere Gianni Benciolini

In merito all'annosa questione della Tav, è intervenuto nel dibatto il Movimento 5 Selle con un comunicato che riportiamo di seguito, all'interno del quale è possibile leggere le dichiarazioni del Consigliere comunale a Verona Gianni Benciolini che smentiscono categoricamente la certezza divulgata, in merito a un paventato supporto economico da parte della Banca Europea degli Investimenti per la realizzazione dell'opera:

L'alta velocità da Brescia a Vicenza, non sarà finanziata dalla BEI (Banca Europea degli Investimenti). L'opera è irrealizzabile sotto il profilo ambientale ed economico. La delibera del Cipe è priva di qualsivoglia efficacia giuridica senza il nulla osta da parte della Corte dei Conti che, ai sensi della l. l19/1994, ha l'obbligo di valutare se il progetto alta velocità è finanziariamente sostenibile e compatibile con il bilancio. Quindi, il parere positivo non è scontato come ci vorrebbero far credere. “Il bilancio dello stato non può garantire la realizzazione dell'opera e le dichiarazioni di Lupi al tempo di Incalza, ora Signorini, che assicurava l'erogazione di finanziamenti ingenti da parte della BEI (banca europea degli investimenti), sono state smentite proprio dagli organi Europei con comunicazione pervenutami, su mia espressa istanza. L'OLAF, infatti, con una nota di Agosto 2015 mi ha comunicato che la BEI non finanzierà il progetto ad alta velocità per le tratte citate.”- afferma Gianni Benciolini consigliere MoVimento 5 stelle. “Peraltro, si ricorda che la Corte dei Conti non è un passacarte e già nel 2008 ha annullato la delibera Cipe n.10/08 sul nodo di Verona per mancanza di copertura economica. Quindi, affermare che la Corte dei Conti “approverà” il progetto è una mistificazione della realtà.- afferma Marta vanzetto attivista M5S-. “Infine, vorrei ricordare al sindaco Peretti che, nella sciagurata ipotesi in cui l'opera dovesse realizzarsi, non verrebbero finanziati i cd. lotti funzionali, immediatamente operativi, bensì lotti costruttivi ( inutilizzabili) che esauriti i soldi per costruirli, rimarranno cattedrali nel deserto a tempo indeterminato.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

Torna su
VeronaSera è in caricamento