Irregolari in Italia, scoperti in un'abitazione a Minerbe. Denunciato padrone di casa

Un sospetto via vai di persone ha fatto scattare un controllo da parte dei carabinieri. Sette militari sono entrati nella casa e hanno individuato e bloccato chi la stava occupando

Un sospetto via vai di persone in un'abitazione di Minerbe ha fatto scattare ieri, 12 giugno, un controllo da parte dei carabinieri. Alle 21, sette militari sono entrati nella casa e hanno individuato e bloccato chi la stava occupando. 

Gli occupanti, che vivevano in condizioni igienico sanitarie precarie, erano tutti di origine magrebina. Hanno raccontato di lavorare come braccianti agricoli attraverso una cooperativa gestita da connazionali e che avevano trovato rifugio in quella casa da qualche mese. Il proprietario dell'abitazione è un 53enne, anche lui magrebino, che chiedeva a sei suoi "inquilini" una sorta di "affitto" pari a 100 euro al mese a testa.

Il 53enne è stato denunciato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Su cinque occupanti, infatti, pendevano ordini di espulsione dal territorio italiano emessi dai questori di Cagliari, Catania e Siracusa, luoghi dove erano approdati clandestinamente. E sempre tra gli occupanti c'era un cittadino marocchino, iniziali E.A.A. e classe '87, senza fissa dimora, pregiudicato, irregolare in Italia, il quale era destinatario di un provvedimento di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Modena, poiché doveva scontare una pena di un anno e tre mesi per spaccio di sostanze stupefacenti. L'uomo è stato quindi portanto nel carcere di Montorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Terremoto nella Bassa Veronese: registrate tre scosse ravvicinate

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • «Grassie», la poesia di Roberto Puliero per chi lo ha avuto in cura

Torna su
VeronaSera è in caricamento