Minaccia il personale che lo sorprende a rubare nel negozio: resta in carcere

Il tentato furto si è tramutato in rapina impropria quando il 53enne ha inveito contro gli addetti del punto OVS di via Mazzini. Ad arrestarlo ci hanno pensato i carabinieri di Verona

Il negozio Oviesse di via Mazzini, a Verona

Sorpreso a rubare in un negozio del centro di Verona, si sarebbe lasciato andare a pesanti minacce nei confronti del personale, finendo così in manette con l'accusa di rapina impropria. 
Era il tardo pomeriggio di domenica, quando una pattuglia della sezione radiomobile dei carabinieri di Verona, è intervenuta presso il punto OVS, situato al civico 6 di via Mazzini. Lì, poco prima, un cittadino romeno di 53 anni, senza fissa dimora e con precedenti di polizia, si sarebbe impadronito di capi di abbigliamento del valore complessivo di 40 euro, dopo aver strappato la placca antitaccheggio. L'uomo però sarebbe stato sorpreso dagli addetti alla sicurezza, ai quali avrebbe rivolto pesanti minacce, prima dell'arrivo dei militari, che lo hanno bloccato e accompagnato nelle camere di sicurezza. 
Lunedì mattina il giudice ha convalidato l'arresto, disponendo che l'uomo resti in carcere sino alla celebrazione del processo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento