San Giovanni Lupatoto, stop ai mezzi pesanti in via Battisti: entra in vigore l'ordinanza

Da oggi tutti i veicoli di portata superiore ai 35 quintali non potranno passare sulla ex strada statale di Pozzo. La decisione nasce dall'esigenza di apportare lavori di manutenzione straordinaria al ponte su canale Milani

A San Giovanni Lupatoto entra ufficialmente da oggi in vigore il divieto di transito per i mezzi pesanti lungo via Battisti, altrimenti nota come ex strada statale di Pozzo che per l’appunto collega la città di Verona alla frazione di Pozzo. L’esigenza nasce dalle condizioni precarie in cui versa il ponte che passa sopra il canale Milani. Nel marzo scorso, in una perizia che alcuni tecnici specializzati avevano compilato, si evidenziavano “la gravità e l'urgenza di intervenire per mettere in sicurezza le strutture”, rilevando inoltre come “le condizioni anomale di utilizzo accertate impongono un immediato intervento per la messa in sicurezza e la manutenzione straordinaria del ponte volto al ripristino del corretto funzionamento degli appoggi e alla riparazione o sostituzione dell'impalcato”.

Da qui dunque la necessità per il Comune di emanare un’ordinanza specifica che vietasse il passaggio a tutti i veicoli con una portata maggiore di 35 quintali, ad eccezione dei soli mezzi pubblici, quelli impegnati per servizi d’emergenza o per l’ordinaria raccolta dei rifiuti. Si tratta di un provvedimento che è bene rispettare sin da subito, essendo peraltro già ufficiale come detto, ma che per essere definitivamente operativo abbisognerà di ancora qualche giorno, giusto il tempo indispensabile affinché vengano posizionati i cartelli stradali atti a rendere esplicito il divieto.

Giulia Rossi, la comandante della polizia municipale di San Giovanni Lupatoto, così come riportato dal quotidiano l’Arena, sottolinea il fatto che questa è fondamentalmente una “misura che abbiamo deciso di adottare in via precauzionale viste le condizioni del ponte sul canale emerse dalla perizia. Una riunione svolta nei giorni scorsi ha permesso di verificare che i tempi per l'intervento di sistemazione del ponte saranno più lunghi di quelli inizialmente previsti. A ciò va aggiunto l'incremento, per fortuna lieve, di traffico di mezzi pesanti che transitano su via Battisti a causa della chiusura di via Golino, fra Cadidavid e Verona”. In merito a questa questione, già dal mese di aprile scorso il Comune aveva introdotto, quale misura cautelare, quella d’imporre il rispetto del limite di velocità di 30 chilometri orari per tutti i veicoli. Con questa nuova ordinanza si è dunque cercato di arginare ulteriormente un problema che, se non trattato adeguatamente, avrebbe con ogni probabilità continuato ad aggravarsi in modo progressivo, divenendo potenzialmente molto pericoloso.

Oltre ad imporre il divieto di transito sul ponte che attraversa il canale Milani, il provvedimento si preoccupa responsabilmente anche di segnalare tutti i necessari percorsi alternativi che gli autotrasportatori potranno utilizzare fino a quando l’opera di messa in sicurezza delle varie strutture non sarà completata. Per chi provenga da Verona in direzione San Giovanni Lupatoto, sarà sufficiente percorrere via Ca' Nova Zampieri, via Monte Comun e via Camplanare. Per tutti coloro che devono muoversi verso la bassa si tratterà di utilizzare la Transpolesana, mentre per chi da San Giovanni Lupatoto deve raggiungere la città di Verona basterà seguire via Camplanare. La speranza comune è quella che un’ordinanza di questo tipo, entrando in vigore nel periodo estivo, consenta a tutti i diretti interessati di assimilare agevolmente le varie tipologie di strade alternative, senza pertanto finire con il produrre troppi disagi per un intervento che, è bene ricordarlo, non poteva comunque essere rinviato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va allo Spi per un controllo: 70enne scopre che l'inps gli deve quasi 37 mila euro

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento