Rinnovate e con un menù tutto nuovo: tornano a pieno regime le mense universitarie

Oltre 320mila euro sono stati investiti da Esu per le le opere di manutenzione dei ristoranti dell'UniVr, riammodernati e resi più vivibili per gli studenti

Completamente rinnovati, più sicuri e più vivibili con spazi più adeguati. All’avanguardia grazie a cucine dotate di attrezzature ad alta tecnologia e a minor impatto ambientale, con nuovi menù e l’introduzione del Pasto Snack e con l’uso delle nuove tecnologie per evitare le code. Tornano a pieno regime i ristoranti universitari “San Francesco”, nel Polo Zanotto di Veronetta, e “Le Grazie”, al Polo Scientifico di Borgo Roma.
Si sono conclusi, infatti, gli interventi sui due importanti punti di ristori universitari voluti e finanziati da ESU Verona e si è concluso anche un periodo complesso ed impegnativo, iniziato lo scorso novembre, che ha visto ESU impegnato nella gestione di importanti lavori, ma anche nella regolare erogazione del servizio mensa che, in questi mesi, non è mai stato interrotto. A presentare le novità riguardanti i nuovi ristoranti universitari sono presenti Gabriele Verza, direttore di ESU Verona, Evelyn Kirchmaier, direttore generale di Markas, e Armin Boschetto, direttore produzione food di Markas.

In conseguenza del passaggio ad un nuovo gestore, ESU e, in parte Markas, sono intervenuti con importanti opere di manutenzione straordinaria, assolutamente necessarie ed urgenti che, normalmente, avrebbero determinato l’interruzione del servizio. Grazie alla disponibilità del nuovo gestore e alla capacità organizzativa dei dipendenti ESU è stato possibile garantire regolarmente, in questi mesi, il servizio e portare a termine i lavori. Gli interventi realizzati da ESU hanno previsto un investimento complessivo pari a 328.413,92 Euro. In particolare, gli investimenti sono stati così ripartiti:

  • RISTORANTE “SAN FRANCESCO”
    Progettazione e realizzazione antincendio 101.357,65 euro;
    Lavori manutenzione straordinaria 48.505,17 euro;
    Nuove attrezzature 39.919,28 euro. 
  • RISTORANTE “LE GRAZIE”
    Lavori manutenzione straordinaria 119.914,58 euro;
    Nuove attrezzature 18.717,24 euro.

La gestione dei due ristoranti ESU, “San Francesco” e “Le Grazie” è stata affidata, attraverso una gara d’appalto, all’azienda bolzanina Markas. Il nuovo affidatario si è aggiudicato la gestione per il periodo dal 1 agosto 2015 al 30 luglio 2020, con possibilità di proroga al 30 luglio 2022 (anni 5 + 2). Le condizioni economiche dell’accordo prevedono:

  • Costo a pasto che ESU paga a Markas srl € 5,99 + IVA (4%), per un importo complessivo presunto di € 10,5 milioni;
  • Valore utilizzo commerciale bar e ristoranti per esterni € 70.100 all’anno, per un importo complessivo di € 490.700.

Il cambio di gestore introduce importanti novità anche nei menù: in aggiunta al tradizionale pasto Intero, Ridotto e Mini, arriva il Pasto Snack, che consente di consumare hamburger, hot dog, patatina e wurstel. Per ridurre i tempi di attesa, poi, è stata introdotta la Piattaforma RistoCLOUD, una sorta di sistema 3.0 della ristorazione, che grazie alla interazione tra il portale web ESU e quello Markas consente la consultazione in modo interattivo, dei menù – con le indicazioni relative all’etichettatura, alla fornitura e alle informazioni sugli alimenti proposti, oltre che sui terminali disponibili nei ristoranti, anche su tablet, PC e smartphone. Per risolvere poi il problema dell’attesa della pizza in piedi davanti al forno, ESU ha attivato un sistema elettronico con un dispositivo attico/acustico che avvisa l’utente, il quale può comodamente attendere al tavolo, quando la propria pizza è pronta.

Infine i dati sui servizi erogati da ESU: l’anno scorso sono stai erogati complessivamente 263.178 pasti. Di questi 159.631 nel ristorante “San Francesco”, 94.586 nel ristorante “Le Grazie”, il resto negli altri punti di ristorazione convenzionati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento