Guardia di finanza, maxi sequestro di marijuana: 61enne veronese arrestato

Sequestrate circa 360 piante che avrebbero potuto produrre ben 60 chili di droga

Una delle serre scoperte dalla guardia di finanza di Mantova

La guardia di finanza di Mantova ha sequestrato una vasta piantagione di marijuana ed arrestato un uomo di origini veronesi di 61 anni, residente nella provincia mantovana dall'inizio degli anni '90. All'interno della sua casa di Bagnolo San Vito, infatti, l'uomo aveva organizzato su larga scala la coltivazione e produzione di marijuana.

I militari della finanza hanno scoperto ben quattro ampie serre in una cascina, dove erano stati allestiti un sofisticato impianto di areazione e delle potenti luci per favorire la coltivazione delle piante di marijuana. La guardia di finanza ha inoltre rinvenuto all'interno di un'auto un doppio fondo nel vano airbag, molto probabilmente il nascondiglio impiegato dall'uomo per trasportare la droga in caso di bisogno.

In totale sono state sequestrate ben 316 piante che, complessivamente, avrebbero potuto produrre circa 60 chili di sostanza stupefacente.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto "vola" su altre due vetture a Pescantina in un parcheggio: spunta l'ipotesi della rissa

  • Scavalca una siepe e vola sulle auto parcheggiate dall'altro lato nel piazzale

  • Investito da un treno a Balconi di Pescantina: caos e disagi in stazione

  • Nuovo autovelox in Tangenziale Nord, 366 multe nelle prime 12 ore

  • Quaterna fortunata messa a segno in provincia: vinti oltre 50 mila euro

  • Col furgone tampona mezzo pesante in A22, muore giovane veronese

Torna su
VeronaSera è in caricamento