Maltrattamenti in famiglia prolungati, marito violento condannato a 3 anni

L'uomo perdeva il controllo quando beveva troppo e per anni ha picchiato la ex moglie e i figli con cui viveva nella loro abitazione di via Capodistria a Verona

(Foto di repertorio)

È stato condannato a tre anni di reclusione l'uomo arrestato lo scorso 26 aprile nella sua abitazione di via Capodistria a Verona. Si tratta di un 44enne che tre mesi fa era tornato a casa ubriaco e aveva aggredito la ex moglie, la quale gli permetteva di vivere nella casa di famiglia con i loro due figli. Nell'occasione dell'arresto, si era scagliato anche contro i carabinieri e per questo è finito in carcere con le accuse di maltrattamenti in famiglia, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

Ieri, 24 aprile, si è concluso il processo con rito abbreviato e, come riportato da TgVerona, si è concluso con una condanna a 3 anni di reclusione. L'aggressione alla ex moglie dello scorso aprile non era stato infatti un episodio isolato. L'uomo da anni picchiava la ex compagna e a volte anche i figli, quando l'abuso di alcol gli faceva perdere il controllo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una città intera in lutto: si è spento Roberto Puliero e Verona perde la sua voce

  • Sbanca a L'Eredità, dipendente comunale pensa ai colleghi in difficoltà

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 novembre 2019

  • Il cordoglio della politica veronese per la scomparsa di Roberto Puliero voce della città

  • Madre e figlia dirette a Londra arrestate all'aeroporto Catullo dalla polizia

  • Maltempo a Illasi: «Situazione ancora critica, preoccupa il livello del Progno»

Torna su
VeronaSera è in caricamento