Coltivava marijuana in casa: «Mi è stata prescritta per fini terapeutici»

I carabinieri hanno sequestrato sei piantine nel garage di un 57enne di Zevio che ci ha scritto: «Ho un piano terapeutico che prevede assunzione di resina, che non è disponibile nel servizio sanitario. Inoltre, la fornitura che mi viene rilasciata dall'ospedale è insufficiente al mio fabbisogno»

Cannabis terapeutica (Foto di repertorio)

«Non ho coltivato cannabis per fini "criminali" ma piuttosto per fini terapeutici». Ha scritto alla nostra redazione il 57enne di Zevio che mercoledì scorso, 18 settembre, è stato svegliato dai carabinieri del suo paese. I militari avevano saputo che l'uomo coltivava marijuana e, dopo una perquisizione, hanno trovato in garage e sequestrato sei vasi in cui era stata piantata marijuana.

Da tre anni sono invalido all'80% per una neoplasia maligna e avanzata con asportazione totale della laringe (laringectomia totale) - ha spiegato l'uomo - Sono in possesso di ricetta per prescrizione di cannabis terapeutica del reparto di "terapia del dolore" (medicina antalgica). Ho un piano terapeutico che prevede, nel mio caso, assunzione di resina; resina che non è disponibile nel servizio sanitario. Inoltre la fornitura che mi viene rilasciata dall'ospedale non è sempre garantita e comunque insufficiente al mio fabbisogno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finisce fuori strada con la Ferrari, ipotesi malore: muore imprenditore in Transpolesana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 14 al 16 febbraio 2020

  • Rubavano dalla cassa del negozio per cui lavoravano: commesse in manette

  • Cambia la viabilità di Verona per il Venerdì Gnocolar: ecco i provvedimenti

  • Preleva 1.500 euro con un bancomat rubato, scoperto e denunciato

  • Tre persone portate in ospedale dopo un scontro frontale tra due auto

Torna su
VeronaSera è in caricamento