Perde più volte la pazienza in classe, maestro agli arresti domiciliari

L'uomo di 54 anni insegna in una scuola primaria della Bassa Veronese. Davanti al gip si sarebbe scusato per i suoi comportamenti sopra le righe, ma ha negato di aver usato violenza su i suoi alunni

Foto di repertorio

Si è tenuto ieri, 14 maggio, l'interrogatorio di garanzia del maestro di una scuola primaria della Bassa Veronese finito agli arresti domiciliari con l'accusa di maltrattamenti nei confronti di alcuni suoi alunni. L'uomo ha 54 anni e normalmente sarebbe una persona misurata, come ha cercato di spiegare al giudice per le indagini preliminari. Ha ammesso di aver perso la pazienza e si è scusato, ma ha anche aggiunto di non aver mai usato violenza sui bambini della sua classe. Bimbi che gli avrebbero mancato di rispetto e lui, per guadagnare autorità, avrebbe reagito in modo brusco.
Al gip non sono bastate le giustificazioni del maestro ed ha confermato gli arresti domiciliari. Pronto però il ricorso da parte del suo legale al Tribunale del Riesame.

L'indagine su questo insegnante è iniziata a marzo, come racconta Fabiana Marcolini su L'Arena. Due alunni hanno riferito ai genitori che il maestro li aveva maltrattati. Per avere dei riscontri più oggetti, il pubblico ministero ha ottenuto l'autorizzazione di piazzare delle telecamere nell'aula della classe terza, la classe più difficile da gestire per il 54enne e quella frequentata dai bambini che avevano parlato di maltrattamenti ai genitori. Le riprese non mostrerebbero atti di violenza fisica, però le immagini avrebbero documentato le urla del maestro e un paio di comportamenti sopra le righe, come il lancio di una sedia contro un muro e una spinta data ad un allievo a cui aveva ordinato di tornare al suo banco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dall'8 all'11 novembre 2019

  • Con il dottor Claudio Zorzi dell'ospedale di Negrar l'Ortopedia veronese ai vertici in Italia

  • Signora arrestata per furto di profumi nel centro commerciale "Porte dell’Adige"

  • Accoltellamento a Verona, un uomo in ospedale: caccia agli aggressori

  • Operato a Verona, un paziente ringrazia: «Ho finalmente rivisto la luce»

  • Caso Balotelli, la Curva Sud dell'Hellas Verona risponde con ironia

Torna su
VeronaSera è in caricamento