Piove in città e Veronetta finisce sott'acqua: interventi dei pompieri anche in provincia

Numerosi interventi dei vigili del fuoco non solo in centro città, ma anche in provincia

 

È bastata la pioggia caduta nella notte di giovedì 5 e proseguita nella mattinata di venerdì 6 settembre, perché in Veronetta tornassero a verificarsi i consueti allagamenti di alcune strade. In particolare diverse problematiche si sono riscontrate in via Santa Chiara, ma anche nella zona dove è presente il cantiere di Acque Veronesi in via Ponte Pignolo.

Un'auto bloccata in mezzo all'acqua

I vigili del fuoco di Verona riferiscono inoltre di essere intervenuti in via Santa Maria in Organo per trarre in salvo due persone che erano rimaste bloccate con la loro automobile proprio a causa dell'allagamento della via. Il veicolo, grazie all'intervento dei pompieri, è stato così spostato in una zona dove l'acqua non era presente. Per tutta la mattinata è stato sconsigliato agli automobilisti il transito nella zona di piazza Isolo e vie limitrofe.

È poi tornata alla normalità verso mezzogiorno la situazione viabilistica nell’area di Veronetta. A causa dell’intensa pioggia e del veicolo bloccato sulla carreggiata, via Santa Chiara è rimasta chiusa per circa due ore e il traffico nella zona circostante ha subito forti rallentamenti. Sei pattuglie della polizia locale sono intervenute per le opportune deviazioni. Anche via Torbido, via Valverde, strada dell’Alpo e strada La Rizza hanno dovuto fare i conti con brevi rallentamenti causati da tombini usciti dalla sede stradale.

Incidenti stradali in città

Gli agenti hanno dovuto far fronte anche a numerosi incidenti in cui, per fortuna, si sono registrati solo feriti lievi. In via Scuderlando, una ciclista è caduta a causa dell’apertura della portiera da parte di un automobilista, mentre in via Porto San Michele un motociclista è caduto in modo autonomo. Altri incidenti si sono verificati in via Castel San Pietro e in via Torbido.

Disagi anche in provincia

Diversi disagi sono stati segnalati anche nella provincia veronese, in particolare in alcuni Comuni della Bassa, quali Terrazzo, Minerbe, Salizzole, ma anche a Boschi Sant'Anna. Qui sono state diverse le segnalazioni arrivate al centralino dei vigili del fuoco circa case e cantine allagate, a causa probabilmente del mancato fluire dell'acqua attraverso le condotte fognarie e il conseguente allagamento delle strade.

Secondo quanto riferito dalla centrale dei vigili del fuoco, sarebbero già state attivate le amministrazioni locali, in attesa di interventi mirati, ad esempio attraverso l'impiego di sacchi di sabbia, da compiere non appena la pioggia darà un po' di tregua. Da segnalare, inoltre, nella zona di Negrar un ulteriore intervento dei vigili del fuoco, questa volta a causa di un incendio che avrebbe coinvolti alcuni cavi elettrici colpiti da un fulmine.

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento