Bardolino. Aperitivo sotto le stelle bagnato per i 2400 partecipanti

Centinaia di persone hanno proseguito comunque la serata, sfidando l'acquazzone che si è abbattuto improvvisamente sul lungolago. Nessun problema per la sicurezza

Foto: Dal Cero

Quest’anno l’Aperitivo Sotto le Stelle di Bardolino è stato anche sotto la pioggia, ma questo non ha smorzato l’entusiasmo degli oltre 2400 visitatori, tanti quanti i bicchieri distribuiti nella serata di ieri, 9 agosto.

La manifestazione ha portato sul lungolago Mirabello decine di angoli dedicati alle degustazioni di vini e prodotti del territorio, accompagnate da musica live e spettacoli itineranti. Alle 19.30, si sono aperti i cancelli dei due ingressi posti a nord e sud del lungolago e le numerose persone che si accalcavano hanno iniziato ad avvicinarsi ai primi punti degustazione. Alle 21.15, l'improvviso acquazzone su Bardolino che ha costretto tutti a trovare un riparo di fortuna.

"Dopo otto edizioni in cui il sole e il bel tempo ci hanno sempre accompagnati, quest’anno il cielo ci ha giocato un bello scherzo, riversandoci addosso decisamente tanta acqua - ha commentato Giorgio Sala, presidente dell’associazione De Gustibus - ma abbiamo visto comunque centinaia di persone fermarsi e proseguire nella serata, sfidando anche il maltempo. Ho ancora negli occhi la gente che incurante della pioggia ha proseguito nel suo giro di degustazioni e questo mi ha confortato dalla triste conclusione anticipata di un evento su cui lavoriamo per un anno intero".

Il temporale ha messo alla prova anche tutto il sistema di sicurezza della manifestazione, che ha risposto perfettamente all’emergenza improvvisa. "Nel giro di pochissimi minuti centinaia di persone si sono messe a correre per trovare un riparo dalla pioggia - ha spiegato Leonardo Balzano, ideatore degli allestimenti dell’evento - e in questo senso le uscite di sicurezza hanno funzionato alla perfezione, facendo defluire velocemente i visitatori senza alcun incidente. Ha retto anche l’imponente impianto elettrico e luci, messo a dura prova da un vero e proprio fiume che scorreva sul lungolago, permettendo a chi lo volesse di proseguire nella festa anche sotto il fortunale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Morto a 53anni sulla A22: forse un colpo di sonno la causa dello schianto

  • Coronavirus. Dopo il chiarimento della Regione, ecco cosa è ammesso a Verona e cosa no

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Lessinia e Valpantena, ci sono offerte di lavoro ma sono senza risposta

  • Auto si schianta contro un tir sulla A22: perde la vita un uomo di 53 anni

Torna su
VeronaSera è in caricamento