Lupi in Lessinia. Valdegamberi: "Sono nei paesi, devono essere allontanati"

In due giorni, sono state predate due manze a Campofontana, nel comune di Selva di Progno. Il consigliere regionale: "Intervengano le istituzioni, prima che lo facciano i cittadini"

(foto di repertorio)

Domenica 23 e lunedì 24 luglio, si sono verificati due predazioni da parte dei lupi a Campofontana, nel comune di Selva di Progno, in Lessinia. Due manze dello stesso allevatore sono state attaccate dai lupi e sono morte. Due episodi che hanno allarmato il consigliere regionale Stefano Valdegamberi, promotore in sede regionale della battaglia contro Life WolfAlps, programma che finanzia la tutela e la salvaguardia del lupo anche in Italia. "I lupi non si limitano a colpire gli animali al pascolo tra le montagne ma scendono tra le case, in mezzo al paese, nel centro di Campofontana - ha detto Valdegamberi - Questa situazione non è più sostenibile. Il lupo sta diventando una minaccia per la sicurezza dei cittadini, inoltre sta facendo allontanare il turismo dalla nostra montagna. Nel prossimo autunno i ragazzi che si alzano presto per andare a scuola, prendendo l'autobus alle 6 del mattino mentre fuori è ancora buio e percorrendo tratti di strada a piedi, sono i primi ad essere esposti al pericolo. Dobbiamo convivere con il lupo che fa da padrone fin davanti la porta di casa? Finché si sente intoccato dall'uomo il lupo prende sempre più confidenza, entrando nei centri abitati. Così è successo a Cerro dove una signora ha paura di uscire a piedi alla sera dalla propria abitazione, avendo avvistato più volte il lupo davanti casa".

Per Valdegamberi la misura e colma e nonostante la giunta regionale abbia approvato un piano per la gestione dei lupi, fatto di catture mirate e sterilizzazioni, il consigliere regionale chiede l'allontanamento di questi animali selvatici dai centri abitati. "In assenza di interventi di urgenza e di emergenza da parte delle istituzioni, i cittadini saranno legittimati a provvedere all'abbattimento dei lupi che mettono in pericolo la loro incolumità - ha concluso Valdegamberi - È assurdo vivere in uno stato di coprifuoco perenne per colpa di quattro benpensanti animalisti che scaricano il problema a casa degli altri, rovinando l'intera economia della montagna".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Da una lite familiare spuntano 85 mila euro, droga e orologi: un arresto

  • Attualità

    Protesta social contro il Congresso delle Famiglie, #manonellamano

  • Cronaca

    Trovato a vendere cocaina, viene arrestato e si giustifica: «Sono senza lavoro»

  • Cronaca

    Bussolengo: perseguita e minaccia l'ex socio in affari, 63enne arrestato

I più letti della settimana

  • San Giovanni Ilarione, motociclista esce di strada in via Fusa e perde la vita

  • La rapina dell'auto finisce in trageda: resiste ai banditi, viene investita e muore

  • Atterraggio di emergenza a Londra per un Airbus decollato da Verona

  • Minacce di morte e un'auto bruciata a Vigasio: 5 arresti dei carabinieri per tentata estorsione

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 15 al 17 marzo 2019

  • Aveva sbattuto contro un'auto a Isola della Scala, si spegne motociclista

Torna su
VeronaSera è in caricamento