Inaugurata a Verona Lucense 1923: energia e sharing economy a servizio del territorio

È stata inaugurata a Verona ieri, sabato 24 settembre, una centrale idroelettrica da 112 Kw originaria dei primi del '900, riportata all'antico splendore da una public company locale con 90 soci e dalla collaborazione di enti, imprese e cittadini del territorio scaligero

Nata come progetto di riqualificazione di un’antica centrale idroelettrica e diventata ambizioso esempio di sharing economy, Lucense 1923 è innanzitutto un progetto di condivisione. Scaturita dall’idea imprenditoriale di Finval Spa, public company fondata nel 2010 che assieme ai suoi 90 soci si occupa dello sviluppo del territorio di Verona, con la collaborazione di WeForGreen Sharing, una cooperativa energetica che ha il suo focus sulle energie rinnovabili, Lucense 1923 produrrà annualmente 700.000 chilowattora di energia pulita, soddisfando il fabbisogno energetico equivalente di 250 famiglie.

Riqualificazione territoriale e partecipazione condivisa stanno quindi alla base del progetto, che ha anche un grande valore storico: Lucense 1923 deve il proprio nome alla storica centrale idroelettrica “Lucense” costruita nel dopoguerra a Lugo di Grezzana, piccolo paesino a nord est di Verona, per volere dei cittadini del luogo, con l’obiettivo di utilizzare le acque che scendevano dal Monte Tesoro per produrre energia elettrica e distribuirla tra i consumatori del paese e dei dintorni. Un nome di battesimo scelto quindi per onorare un modello di produzione che faccia dei cittadini i veri protagonisti del territorio e dei suoi tesori.

Nel tempo record di tre mesi dall’inizio dei lavori la centrale è già in funzione: Lucense 1923 ha aperto ufficialmente le sue porte al pubblico il 24 settembre, con una grande festa, nel Piazzale Circolo 1° Maggio, (Via Lanificio 60) a Montorio in provincia di Verona, che ha coinvolto tutte le persone che hanno lavorato per il progetto, i soci di Finval e della cooperativa energetica WeForGreen Sharing, ma anche tutti i cittadini e le famiglie del territorio.

L’inaugurazione è stata preceduta da un convegno, venerdì 23 settembre a partire dalle 17.30, al Circolo 1° Maggio, dedicato invece alla storia del progetto e del territorio che lo ospita: ad intervenire sono stati i vertici di Finval Spa e WeForGreen Sharing, accanto ai vertici di ForGreen, partner per lo sviluppo del progetto di sostenibilità, agli storici del luogo e agli ingegneri che ricostruiranno le fasi della nascita di Lucense 1923. Lucense 1923 ospiterà al proprio interno un museo ecodidattico per avvicinare le scuole e i giovani verso la sostenibilità ambientale e la green economy.

Potrebbe interessarti

  • Autostima: cos'è e come ci si lavora

  • Avis Regionale Veneto e Confservizi Veneto: siglata una importante collaborazione

  • Riso: proprietà e ricette salutari

  • Le colline del prosecco nominate Patrimonio dell'Umanità

I più letti della settimana

  • Trattore si ribalta e non gli lascia scampo: morto un agricoltore

  • A una settimana dallo scontro con uno scooter, si è spento Alvise Trincanato

  • Cosa fare a Verona e in provincia nel weekend del 13 e 14 luglio

  • Cadavere trovato nel canale "Menaghetto": la donna è stata identificata

  • Acqua negata a due ciclisti e il caso spopola sui social e sulla stampa

  • Aggressione con arma bianca a Verona: una persona in codice rosso

Torna su
VeronaSera è in caricamento