L'autobiografia di Salvini va a ruba in città e da sabato la Lega scende in piazza

Mentre le copie del libro del leader leghista esauriscono alla svelta dagli scaffali delle librerie di Verona, la Lega Nord prepara i gazebo per la due giorni nelle piazze veronesi in programma sabato 7 e domenica 8 maggio

Uscito ieri, giovedì 5 maggio, nelle librerie di tutta Italia il libro del leader della Lega Nord Matteo Salvini "Secondo Matteo", edito da Rizzoli, in poche ore a Verona ha fatto il tutto esaurito.

In tanti, infatti, hanno segnalato che già a fine mattinata di ieri, le copie presenti nelle librerie Feltrinelli della città (Feltrinelli di via 4 spade e Feltrinelli di Stazione Porta Nuova ) erano terminate. Paolo Paternoster, Segretario provinciale Lega Nord Liga Veneta di Verona, ha così commentato: "È un segnale questo di quanto il leader della Lega sia seguito dai Veronesi".

E se non fosse stato sufficiente l'attaccamento spontaneo dei suoi elettori, a far pubblicità (gratuita per di più) all'autobiografia salviniana, nel cui titolo riecheggiano nientemeno che i Vangeli, ci hanno pensato i quattro "scagnozzi" di Bologna, nel migliore dei casi sicuri vincitori del premio Nobel per l'ingenuità politica, se ve ne fosse uno, nel peggiore dei beceri "bastonatori" che strappando le pagine del libro in questione all'interno di un negozio, hanno fanno un enorme favore proprio a colui che pensavano di danneggiare.

Nel frattempo la Lega Nord di Verona si sta organizzando per la due giorni di gazebo prevista anche nel capoluogo scaligero al grido di "La difesa è sempre Legittima". Nelle giornate di sabato 7 e domenica 8 Maggio, verranno infati allestiti oltre 50 gazebo in città e Provincia per promuovere la sottoscrizione di una proposta di legge di iniziativa popolare sulla legittima difesa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Attualmente la difesa è legittima solo se la reazione è proporzionata all'offesa, mentre la Lega Nord ha portato in discussione alla Camera una proposta di legge per affermare la presunzione assoluta di legittima difesa. Il Segretario Cittadino Lega Nord Paolo Tosato, il Presidente del Consiglio Comunale di Verona Luca Zanotto e il Coordinatore Nazionale MGP Vito Comencini spiegano così l'iniziatva: "Oggi in Italia si verificano 689 furti in abitazione ogni giorno, uno ogni 2 minuti. Il 62% degli arrestati per furto in abitazione è composto da cittadini non italiani. Chiediamo, in definitiva, che chi si difende da un ladro nella propria abitazione non venga processato e che si affermi il carcere senza sconti di pena, premi o benefici per aggressori e rapinatori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare a Bardolino: «Vado al porto per farla finita», il biglietto trovato dal figlio 

  • Sotto le vigne della Valpolicella a Negrar emerge un vero tesoro archeologico

  • Tragico incidente tra scooter e autocarro: morta una donna di 43 anni

  • Indagine nazionale di sieroprevalenza al coronavirus: ecco i Comuni veronesi coinvolti

  • In vigore la nuova ordinanza di Zaia e per la prima volta si parla di sagre e discoteche

  • Via libera a circoli culturali, baite alpini e parchi divertimento: ma quando riapre Gardaland?

Torna su
VeronaSera è in caricamento