Scomparsa da Castelnuovo, lettera dei familiari di Brenda: «Vogliamo verità»

Il messaggio è stato inviato dal Brasile, il paese di origine della 52enne di cui non si hanno più notizie dal luglio 2018. «Nostro padre è in fin di vita, vuole sapere cosa è successo a Brenda»

Brenda (Foto di Chi l'ha visto?)

Una richiesta legittima di verità, racchiusa in una lettera proveniente dal Brasile, a scriverla è il fratello di Maria Aparecida Soares, nota come Brenda, la donna di 52 anni scomparsa da Castelnuovo Del Garda nella notte tra il 18 e il 19 luglio 2018. È passato dunque più di un anno da quella misteriosa sparizione. Un periodo in cui è stata aperta un'indagine per quello che il compagno di Brenda, Andrea Felicetti, descrive come un allontanamento volontario, ma è una tesi che non convince. Si è temuto e si teme ancora il peggio e per questo sono state anche organizzate delle ricerche tra il lago di Garda e il fiume Mincio, pensando di poter ritrovare il corpo senza vita della 52enne, madre di una ragazzina che ha compiuto 18 anni nell'angoscia di non sapere cosa sia successo alla mamma.

È passato più di un anno dalla scomparsa di Brenda e recentemente si è fatta sentire anche la famiglia della donna, originaria del Brasile. Un messaggio scritto a Fanpage.it e riportato da Angela Marino. «Nostro padre è in fin di vita, vuole sapere cosa è successo a Brenda, vi prego aiutateci. Chi sa qualcosa dica la verità». La richiesta d'aiuto è stata scritta da Roberto, fratello di Brenda, e proviene dalla città di Vitória, dove Roberto e gli altri membri delle famiglia devono affrontare il cancro che ha colpito Evaristo, padre di Roberto e Brenda.
Roberto ha spiegato che sono almeno cinque anni che la famiglia non ha più contatti con Brenda, la quale si era trasferita in Italia quando era ventenne. Non era giunta tempestivamente in Brasile neanche la notizia della scomparsa, ma ora anche i suoi cari vogliono sapere che fine ha fatto Brenda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: l'Esu di Verona chiude «aule studio, ristoranti e zone pertinenti»

  • Morto a 53anni sulla A22: forse un colpo di sonno la causa dello schianto

  • Coronavirus. Dopo il chiarimento della Regione, ecco cosa è ammesso a Verona e cosa no

  • Musicista torna in Molise da Verona: «Per il coronavirus, prevenzione bassa»

  • Lessinia e Valpantena, ci sono offerte di lavoro ma sono senza risposta

  • Auto si schianta contro un tir sulla A22: perde la vita un uomo di 53 anni

Torna su
VeronaSera è in caricamento