Le Fiamme Gialle negli uffici del San Raffaele di Don Verz

In corso venti di perquisizioni riconducibili alla bancarotta dell'istituto del prete di Illasi

Le Fiamme Gialle negli uffici del San Raffaele di Don Verz
Sono in corso da questa mattina una ventina di perquisizioni della guardia di finanza di Milano all'ospedale San Raffaele e in sedi di società collegate con cui la struttura creata da Don Verzè (il prete di Illasi che voleva costruire una struttura sanitaria, il Quo Vadis, anche a Lavagno) ha avuto rapporti di lavoro.

L'attività delle Fiamme Gialle rientra nell'inchiesta della procura di Milano che ha portato al fermo, da convalidare davanti al gip di turno, dell'intermediario Piero Daccò, ritenuto una sorta di uomo ombra della sanità milanese. Oltre a Daccò i magistrati di Milano hanno iscritto nel registro degli indagati per concorso in bancarotta Don Verzè, che si aggiunge al nome dell'ex direttore finanziario Mario Valsecchi, cui veniva contestato anche il reato di false fatturazioni. Sono indagati anche i costruttori Pierino e Giovanni Luca Giammarchi (padre e figlio), titolari di società che hanno fatto lavori per decine di milioni di euro per conto del San Raffaele.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto con tre giovani a bordo finisce fuori strada e contro un albero: tutti morti sul colpo

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Due nuove destinazioni dall'aeroporto Catullo di Verona per chi vola con easyJet

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

  • Non ce l'ha fatta il 41enne coinvolto in uno scontro frontale a Isola della Scala

Torna su
VeronaSera è in caricamento