Rivoli, odori dallo stabilimento di Italpollina. L'azienda: "Nessun rischio"

Dopo l'allarme lanciato dal M5S, la presidente Rosanna Campagnari risponde: "Le emissioni dello stabilimento non sono tossiche o nocive e rientrano nei parametri di legge"

Uno stand di Italpollina (fonte foto: Facebook)

"Non c'è nessun rischio per la salute". Ad assicurarlo è Rosanna Campagnari, presidente e amministratore delegato di Italpollina Spa.

L'azienda, fondata nel 1971 e che produce fertilizzanti organici per agricoltura biologica, era finita nel mirino del Movimento 5 Stelle che aveva lanciato un preoccupante allarme. Da quando l'azienda ha cambiato il sistema di filtraggio, il problema degli odori emessi dallo stabilimento di Rivoli Veronese si è aggravato, sostengono i 5 Stelle, e anche il colore dei fumi sembra essere diverso. "Le emissioni dei processi produttivi  di Italpollina Spa non contengono componenti cancerogeni, mutageni o teratogeni - ha ribadito la presidente Campagnari - I flussi in uscita sono principalmente costituiti da composti del tutto simili ed equiparabili a quelli presenti in una stalla. Possono essere odorigeni, ma non per questo tossici o nocivi per la salute umana".

La presidente di Italpollina ha poi aggiunto che "i parametri delle emissioni di aria e acqua dello stabilimento di Rivoli Veronese" sono stati controllati dalle autorità competenti e "non sono mai emerse criticità".

E sul nuovo impianto, che per il M5S sarebbe la causa di questi nuovi problemi, Rosanna Campagnari ha affermato: "Sta entrando a regime in questi giorni, dopo una fase di taratura graduale e di regolazione. Le valutazioni sui parametri delle emissioni effettuate sinora hanno sempre dato esiti eccellenti, con valori decisamente inferiori a quelli previsti dalla normativa vigente".

"Possiamo pertanto affermare con assoluta certezza - conclude la presidente di Italpollina - che non vi è alcun rischio per la salute pubblica nelle zone circostanti l'azienda".

Potrebbe interessarti

  • Capelli verdi dopo il bagno in piscina? Ecco le cause e i rimedi fai da te

  • I 7 segreti per un'abbronzatura perfetta anche dopo le vacanze

  • Abito sottoveste: il capo must have che non passa mai di moda

  • "Benvenuto": il nuovo vademecum su come affrontare i primi due anni del bebè

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 16 al 18 agosto 2019

  • Una meteora solca i cieli di Verona: il video girato a Borgo Trento

  • Jeremy Wade pronto a svelare il mistero di "Bennie", il mostro del lago di Garda

  • Turismo a Verona, Tosi: «In calo. L'assessore Briani ammetta le sue colpe»

  • Maestre diplomate ma non laureate, a Verona centinaia rischiano il posto

  • Frontale tra auto sul lago: morta una persona e altre due rimaste ferite

Torna su
VeronaSera è in caricamento