Intossicazione da monossido per un braciere: madre e figlia in ospedale

L'episodio è stato registrato a Caprino Veronese nella serata di martedì. Sul posto si sono diretti i vigili del fuoco e il personale del 118, che ha condotto poi gli intossicati all'ospedale di Peschiera

Immagine di repertorio

Vigili del fuoco e 118 sono dovuti intervenire a Caprino Veronese nella serata di martedì, per un'intossicazione da monossido di carbonio. 
L'allarme è scattato intorno alle ore 22, con i soccorritori che sono accorsi in un'abitazione di via Dosso Berra, dove hanno prestato le prime cure a due persone, madre e figlia di origini nordafricane che sono state poi condotte all'ospedale di Peschiera, ma le loro condizioni non sarebbero preoccupanti. 
A causare l'intossicazione sarebbe stato un braciere utilizzato per scaldare le stanze della casa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La vera storia di Santa Lucia, secondo la leggenda nata a Verona

  • "Strage di Santa Lucia" a Sommacampagna: il disastro aereo in località Poiane

  • Luca, Francesca e Chiara: i tre giovani morti nell'incidente di Bonavigo

  • Ha un nome il corpo trovato in A4: tocca alla Polstrada risolvere il giallo

  • Nasce il nuovo polo logistico del Gruppo Veronesi: 200 i lavoratori impiegati

  • Autovelox e telelaser, le strade di Verona controllate dalla polizia locale

Torna su
VeronaSera è in caricamento