In Borgo Trento giardini intitolati al fondatore di CL don Luigi Giussani

Si è svolta questa mattina, tra lungadige Matteotti, via Prato Santo e viale Nino Bixio, a Borgo Trento, la cerimonia di intitolazione dei giardini a don Luigi Giussani, teologo e fondatore di "Comunione e Liberazione"

Si è svolta questa mattina, tra lungadige Matteotti, via Prato Santo e viale Nino Bixio, a Borgo Trento, la cerimonia di intitolazione dei giardini a don Luigi Giussani, teologo e fondatore di “Comunione e Liberazione”.

Classe 1922, teologo, intellettuale, sacerdote, don Giussani fu noto soprattutto per aver fondato il movimento cattolico “Comunione e Liberazione”. Entrato nel 1933 in seminario diocesano, all’età di undici anni, il 26 maggio del 1945, a un mese dalla fine del conflitto bellico, viene ordinato sacerdote.

Nel 1953 dà vita ad un piccolo gruppo, sulla scia paolina, noto come “Gli scemi di Cristo”, iniziando la sua grande opera di aggregazione religiosa tra le masse e prendendo parte da protagonista alle riunioni di Gioventù Studentesca, il movimento che qualche anno dopo darà vita a Comunione e Liberazione. Nel 1954, all'età di 32 anni, don Giussani lascia l'insegnamento in seminario per dedicarsi a quello nelle scuole, animato dal desiderio di proporre l’esperienza cristiana come risposta alle domande e a alle esigenze dei giovani.

targa don luigi giussani1

Nel 1964 viene nominato docente di Introduzione alla Teologia all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Nel 1969 compare il nome “Comunione e Liberazione” su un manifesto redatto da alcuni studenti dell’Università Statale di Milano, i continuatori dell’esperienza di Gruppo Studentesco, nella quale Giussani si è distinto, coinvolgendo un numero sempre maggiore di studenti ma anche di laici e comuni cittadini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel 1983, don Giussani, a guida della Diaconia Centrale, viene nominato monsignore da Papa Giovanni Paolo II, con il titolo di Prelato d’onore di Sua Santità. In occasione dei trent'anni dalla nascita, nel 1984 guida il pellegrinaggio a Roma del movimento, al cospetto di Giovanni Paolo II. Nel 1987 viene nominato consultore del Pontificio Consiglio per Laici e due anni dopo, nel 1989, dà vita ad un'associazione a scopo benefico, che si chiama Banco Alimentare. Il 22 febbraio del 2005, all’età di ottantatre anni, don Luigi Giussani muore nella sua abitazione di Milano. A celebrare i suoi funerali, fu l’allora cardinale Joseph Ratzinger, inviato da Papa Giovanni Paolo II.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto in fiamme dopo lo scontro con un autocarro: morta una donna

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 10 al 12 luglio 2020

  • Morto in A22 a 37 anni: scoppiate le gomme posteriori, il furgone è diventato incontrollabile

  • Omicidio Micaela Bicego, trovata mannaia nello zainetto della vittima

  • Perde il controllo della moto, esce di strada e muore sulla Transpolesana

  • Coronavirus: in Veneto nuovi casi positivi e ricoveri, 4 morti di cui 3 sono a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento